Scienze mediche e Sanità pubblica, pubblicato sulla rivista internazionale “Chemical Geology” un lavoro che il gruppo di ricerca coordinato da Marco Schintu svolto in collaborazione con il Department of Marine Sciences dell’Università di Calcutta (India). Nuove prospettive per la ricerca scientifica e per la collaborazione di UniCa con gli atenei di un grande Paese emergente
29 November 2019
L'accumulo di rifiuti sulla riva del Gange (foto da Repubblica.it)

Sergio Nuvoli

Cagliari, 28 novembre 2019 - È stato recentemente pubblicato sulla rivista internazionale “Chemical Geology” un lavoro che il gruppo di ricerca coordinato da Marco Schintu (docente al Dipartimento di Scienze Mediche e Sanità Pubblica) ha svolto in collaborazione con il Department of Marine Sciences dell’Università di Calcutta (India).

Lo studio, durato due anni, ha riguardato la potenziale rimobilizzazione di metalli pesanti quali cadmio e piombo dai sedimenti inquinati dell’estuario del Gange, un sistema idrodinamico estremamente complesso che sfocia nel Golfo del Bengala, valutando il rischio di una loro introduzione nella catena trofica.

Oltre che per il suo contenuto scientifico, il lavoro è importante perché apre la porta a future collaborazioni di UniCa con le università di un grande Paese emergente quale l’India. Lo studio sarà presto seguito da un altro progetto nel quale l’inquinamento delle acque dell’estuario del Gange sarà valutato per la prima volta con tecniche di campionamento passivo dei contaminanti, un campo di ricerca nel quale l’équipe del prof. Schintu è molto attiva in ambito internazionale. Sullo stesso tema partecipa attualmente a due progetti Interreg, SEDRIPORT e MONITOOL.

L'articolo pubblicato da Chemical geology
L'articolo pubblicato da Chemical geology

Last news

20 October 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 October 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionnaire and social

Share on: