Kickoff meeting per il progetto BICAP – Bioremeditation technology: il team coordinato da Roberto Crnjar – di cui fanno parte Elena Tamburini, Enrico Sanjust e Gianluigi Bacchetta – ha presentato l’iniziativa nella splendida cornice del Garden Center di Sgaravatti Group a Capoterra. La Green Land, azienda leader in Sardegna nel settore della riqualificazione e ripristino ambientale, qualificata partner del progetto che punta a sviluppare una tecnologia innovativa per la bonifica di suoli contaminati da idrocarburi. RASSEGNA STAMPA
10 November 2019
Una splendida immagine di ambiente

L’obiettivo dell’iniziativa cofinanziata da Sardegna Ricerche è lo sviluppo di una tecnologia ecosostenibile per il disinquinamento, finalizzata alla riqualificazione di aree degradate

Sergio Nuvoli

Cagliari, 10 novembre 2019 – E’ stato presentato venerdì – poche ore dopo l’inaugurazione dell’Anno Accademico di UniCa - il progetto “Bicap – Biorisanamento da idrocarburi con ammendanti naturali e piante vascolari“, che il Dipartimento di Scienze Biomediche (DiSB) dell’Università di Cagliari sta realizzando con Green Land S.r.l (Sgaravatti Group). Il gruppo di ricerca è coordinato da Roberto Crnjar, e ne fanno parte Elena Tamburini (Biotecnologie microbiche), Enrico Sanjust (Biochimica) e Gianluigi Bacchetta (Biologia vegetale).

L’obiettivo dell’iniziativa cofinanziata da Sardegna Ricerche è lo sviluppo di una tecnologia ecosostenibile per il disinquinamento, finalizzata alla riqualificazione di aree degradate per effetto di contaminazione da idrocarburi. Le comunità microbiche degradano gli idrocarburi presenti nei suoli, trasformando gli inquinanti in composti organici semplici oppure mineralizzandoli a composti inorganici. L’applicazione di masse bilanciate di sostanza organica può agire sui parametri fisico-chimici del substrato migliorando la funzione di nutrizione del terreno e la capacità di ospitare specie vegetali pioniere anche in aree degradate e inquinate, nell’ottica dell’attuazione di pratiche di “fast landscaping” dei siti inquinati.

Roberto Crnjar coordina il progetto BICAP
Roberto Crnjar coordina il progetto BICAP

Il direttore dell'Orto Botanico traccia la rotta: "Si può ipotizzare un'azione pilota in Sardegna con la possibilità di esportare questa tecnologia - e con essa le piante - in altre aree del Mediterraneo"

Durante la presentazione avvenuta nella splendida cornice dello Sgaravatti Garden Center di Capoterra, si è parlato anche della possibilità di portare tecnologia e piante in Azerbaijan: Bacchetta, Tamburini e Sanjust hanno spiegato – insieme a Rosi Sgaravatti - finalità e metodi che saranno seguiti.

“Non è un problema soltanto regionale - ha detto Bacchetta, direttore dell’Orto Botanico dell’Ateneo cagliaritano – perché le piante possono essere utilizzate anche in altri contesti. Si può ipotizzare un'azione pilota in Sardegna con la possibilità di esportare questa tecnologia - e con essa le piante - in altre aree del Mediterraneo. O comunque in regioni con un clima simile a quello dei Paesi del Mediterraneo”.

Gianluigi Bacchetta presenta BICAP
Gianluigi Bacchetta presenta BICAP

Il ruolo dei ricercatori nelle parole di Elena Tamburini: "La parola ‘tecnologia’ non deve fare paura, perché con questo progetto stiamo semplicemente implementando ciò che la natura ha selezionato. I batteri usano gli idrocarburi come substrato"

“Studiamo i batteri, non soltanto quelli patogeni – ha dettagliato Tamburini – che hanno avuto e hanno un ruolo importante nello sviluppo del nostro pianeta fin dall’inizio della sua storia. Accademia e impresa sviluppano per questo un’interessante sinergia: la parola ‘tecnologia’ non deve fare paura, perché con questo progetto stiamo semplicemente implementando ciò che la natura ha selezionato. I batteri usano gli idrocarburi come substrato di crescita, facendo scomparire gli inquinanti. La green economy rappresenta oggi una implementazione di ciò che fa la natura: già in precedenti progetti questo approccio funziona. Andiamo dalla scala della pianta a quella del microorganismo senza alterare alcun meccanismo”.

“Studieremo quali siano i meccanismi biologici attraverso i quali gli idrocarburi finiscono nel terreno e possono trasformarsi – ha aggiunto Sanjust – soprattutto quelli con cui, attraverso l'azione dei microorganismi, si possono trasformare in anidride carbonica e acqua, parte integrante dei cicli vitali del nostro pianeta”.

Elena Tamburini presenta BICAP
Elena Tamburini presenta BICAP

Links

Last news

19 January 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

La quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

17 January 2022

Psicologia della Salute, al via il nuovo bando

Pubblicato l'avviso per l'iscrizione alla scuola di specializzazione diretta da Marco Guicciardi. Le candidate e i candidati interessati potranno presentare le domande di partecipazione al concorso a partire dal 18 gennaio e sino al 7 febbraio, secondo le indicazioni contenute nella guida per l'iscrizione al concorso. LINK AL BANDO

15 January 2022

Le cere anatomiche di Clemente Susini in vetrina su Italia1

In prima serata tv nazionale, la trasmissione Freedom-Oltre il confine dedicata a uno dei principali e pregiati tesori dell'Università di Cagliari. Un viaggio tra le straordinarie opere scientifiche e artistiche custodite in Cittadella nel museo fondato da Alessandro Riva e curato dal suo allievo, Francesco Loy

Questionnaire and social

Share on: