Accolti in Ateneo sette universitari stranieri vincitori di una borsa di studio biennale dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. Seguiranno il Corso di Laurea Magistrale in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile. UniCa in partenariato con Sapienza di Roma, Bologna, Firenze e Politecnico Torino
07 October 2019
Attrattività in crescita. Università di Cagliari sempre più impegnata sul fronte dell'internazionalizzazione e del multiculturalismo

Ivo Cabiddu
 
 
Opportunità di alta formazione e ricerca nella nostra università per giovani provenienti dai Paesi prioritari per la cooperazione italiana. È questo l’obiettivo del programma 2019-2022 “Partenariato per la conoscenza”, partito grazie al bando (febbraio 2018) dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics), che prevede la creazione di alleanze e collaborazioni tra più atenei per la gestione di borse di studio internazionali destinate alla frequenza di corsi di laurea magistrale (86 borse biennali) e dottorati di ricerca (18 borse triennali) in lingua inglese, suddivise su quattro piattaforme tematiche.

 

Una iniziativa di successo che si affianca al progetto, ormai consolidato, “Sardegna ForMed”, che negli ultimi anni accademici ha portato a studiare all’Università di Cagliari oltre 100 studenti provenienti da Tunisia, Marocco ed Algeria, favorendo così l’internazionalizzazione, l’attrattività e il multiculturalismo del nostro Ateneo.
  
È la professoressa Carucci, prorettore all’internazionalizzazione del nostro ateneo, a spiegare che “UniCa si è candidata con un partenariato coordinato dalla Sapienza di Roma sulla Piattaforma 4, relativa a Cultural Heritage and Sustainable Tourism (Patrimonio culturale e turismo sostenibile), grazie alla laurea magistrale in Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile, con il secondo anno in inglese”.

Al gruppo di cinque atenei – Sapienza, Bologna, Cagliari, Firenze e Politecnico Torino – in totale sono state assegnate 21 borse biennali per studenti provenienti da Cuba, Giordania, Libano e Salvador. “Grazie alla rete di rapporti internazionali sviluppata negli ultimi anni, l’Università di Cagliari ha avuto il maggior numero di candidature valide e ha ottenuto ben sette borse biennali, per cinque studenti cubani, una studentessa giordana e una libanese”.
 
I sette giovani stranieri arrivati a Cagliari, 5 ragazze e 2 ragazzi, hanno frequentato i nostri corsi intensivi di lingua italiana e ora, superata la prova di accesso, si sono inseriti nel Corso di laurea magistrale in Management e monitoraggio del turismo sostenibile, coordinato dalla professoressa Patrizia Modica.

Il corso di laurea magistrale coordinato dalla professoressa Patrizia Modica forma manager specialisti in monitoraggio, acquisizione, elaborazione e interpretazione di dati e processi turistici nell'ottica di uno sviluppo sostenibile
Il corso di laurea magistrale coordinato dalla professoressa Patrizia Modica forma manager specialisti in monitoraggio, acquisizione, elaborazione e interpretazione di dati e processi turistici nell'ottica di uno sviluppo sostenibile

Si tratta di Worod Sallam (Giordania), Dahilee Rodríguez Pérez, Luis Alberto Lorenzo Rodriguez, Anisley Olivera Delgado, Manuel Alejandro Robaina Betancourt, Ana Judit González Núñez-Piñeiro (Cuba) e Rita Haddad (Libano)”.

Nei riquadri la professoressa Patrizia Modica con i ragazzi cubani. A sinistra con Ana Judit González Núñez-Piñeiro, a destra con Dahilee Rodríguez Pérez, Luis Alberto Lorenzo Rodriguez, Anisley Olivera Delgado e Manuel Alejandro Robaina Betancourt
Nei riquadri la professoressa Patrizia Modica con i ragazzi cubani. A sinistra con Ana Judit González Núñez-Piñeiro, a destra con Dahilee Rodríguez Pérez, Luis Alberto Lorenzo Rodriguez, Anisley Olivera Delgado e Manuel Alejandro Robaina Betancourt

Quest’ultima, grazie al suo impegno per i rifugiati a seguito della crisi siriana, è stata anche selezionata fra le 24 donne per la celebrazione del World Humanitarian Day 2019, ospitata in Libano lo scorso 19 agosto dall’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari Umanitari (OCHA). 

Rita Haddad (Libano) scelta per il World Humanitarian Day 2019
Rita Haddad (Libano) scelta per il World Humanitarian Day 2019

Last news

26 January 2022

UniCa per la Giornata della Memoria

Visitabile nell’atrio di Palazzo Belgrano fino a fine mese la mostra "A 80 anni dalle leggi razziali": l’esposizione ricostruisce il clima che determinò l’emanazione delle norme per effetto delle quali vennero espulsi Doro Levi, Camillo Viterbo e Alberto Pincherle. Rimandata di qualche mese a causa della pandemia la posa delle tre pietre di inciampo con i loro nomi

24 January 2022

Un pensiero per cancellare la violenza di genere

La Facoltà di Ingegneria e Architettura lancia un concorso di idee per individuare una citazione che rappresenti in modo significativo la campagna di sensibilizzazione nei confronti del contrasto alla violenza di genere. La frase prescelta sarà incisa su una targa collocata in prossimità della panchina rossa nel giardino della Facoltà, dipinta il 25 novembre scorso in occasione della manifestazione “Una pennellata per cancellare la violenza di genere”. RASSEGNA STAMPA

20 January 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

Questionnaire and social

Share on: