UniCa UniCa News News Anche l’ateneo di Cagliari a Sinnova 2019: consensi e interesse delle aziende per CLab e Crea di Unica

Anche l’ateneo di Cagliari a Sinnova 2019: consensi e interesse delle aziende per CLab e Crea di Unica

All’evento ha preso parte il pro rettore Maria Chiara Di Guardo e lo scienziato Federico Faggin: “Il percorso su start up e coinvolgimento trasversale degli studenti è un’ottima strada”. A Sa Manifattura sono accorsi circa tremila visitatori
07 October 2019
Cagliari. A Sa Manifattura, da sinistra, Federico Faggin, Maria Chiara Di Guardo, Giuseppe Fasolino, Mauro Zanetti Aprile ed Elvia Faggin

Un altro colpo proficuo dell'Università sul fronte della credibilità e della progettualità

Mario Frongia

Sinnova 2019, il Salone dell’innovazione della Sardegna, ha chiuso la settima edizione con numeri significativi. Circa tremila visitatori, novante imprese con i propri stand, enti e istituzioni con l’Università di Cagliari in prima fila. Per l’ateneo, con lo staff composto da specialisti della direzione Ricerca e degli uffici che fanno capo all’Innovazione e ai rapporti con il territorio, un’ulteriore occasione relazionale, di approfondimento e costruttiva su diversi piani. “Siamo fieri di poter interloquire con partner e futuri sostenitori sui vari fronti dell’innovazione” ha detto il pro rettore Maria Chiara Di Guardo. All’appuntamento annuale sui temi delle tecnologie del futuro hanno preso parte anche investitori e delegazioni straniere, provenienti da India, Germania, Francia, Stati Uniti, dall’India e Emirati Arabi. Nell’ambito dei contatti e delle prospettive di breve e medio periodo, di rilievo anche quello con l’assessore regionale a Bilancio e programmazione, Giuseppe Fasolino. Ed è stato prezioso il coinvolgimento dello scienziato Federico Faggin e di Mauro Aprile Zanetti, chief evangelist di Cloud4Wi.


 

Cagliari. Lo stand dell'Università di Cagliari a Sinnova. Al centro Orsola Macis, responsabile dell'Ufficio trasferimento tecnologico d'ateneo (Unica Liaison office)
Cagliari. Lo stand dell'Università di Cagliari a Sinnova. Al centro Orsola Macis, responsabile dell'Ufficio trasferimento tecnologico d'ateneo (Unica Liaison office)

Tecnologie innovative, talento, multidisciplinarietà. CLab e Crea fiori all’occhiello dell'ateneo di Cagliari

“Il nostro CLab mantiene e rafforza un appeal crescente. La risposta delle aziende e del tessuto produttivo sono state molto incoraggianti. Le start up maturate nel ContaminationLab colgono successi, applicazioni e credibilità crescenti. A Sinnova 2019 - spiega la professoressa Di Guardo - non è un caso che tra i progetti che hanno riscosso più interesse ci sia stato quello di Bautiful, maturata da noi e legata al settore degli strumenti innovativi per animali domestici”. Il CLab - capofila di un network nazionale per le modalità e l’organizzazione proposta, con il plauso e l’investitura dei ministeri dell’Economia e dell’Università - e il Crea (Centro servizi d’ateneo per innovazione e imprenditorialità) consolidano il ruolo pioneristico e la leadership del comparto. Ovvero, riferimenti di pregio nello scenario proposto dall’Università del capoluogo. “In questo incontro molto interessante e fruttuoso anche per i miei studi, ho potuto apprezzare la vitalità e la progettualità che funziona dell’ateneo. CLab e Crea sono strutture flessibili e dinamiche che - ha spiegato Federico  Faggin, inventore del microprocessore e dei sistemi touchpad e touch screen, autentico maestro della Silicon Valley - permettono all’accademia e ai ricercatori di studiare da vicino il futuro”.

Informazioni. https://www.unica.it/unica/it/news_notizie_s1.page?contentId=NTZ192325

Cagliari. Maria Chiara Di Guardo, Elvia e Federico Faggin a Sa Manifattura
Cagliari. Maria Chiara Di Guardo, Elvia e Federico Faggin a Sa Manifattura

Last news

22 February 2020

Premio Francovich al sito di Sant'Eulalia

Durante il TourismA nell’auditorium del Palazzo dei Congressi di Firenze, Paul Arthur, professore di Archeologia medievale all’università del Salento e presidente della Società degli Archeologi Medievisti Italiani ha premiato questa mattina il complesso archeologico in cui si sono formate centinaia di studenti di UniCa. Sul palco con la Presidente di Studi umanistici Rossana Martorelli i rappresentanti della riuscitissima alleanza tra istituzioni che ha consentito la riscoperta, la valorizzazione e la tutela del patrimonio culturale sardo. Durante i lavori è stata citata "UniCa&Imprese" come esempio virtuoso di collaborazione tra istituzioni e aziende, mentre Fabio Pinna ha illustrato il modello di intervento partecipato sui beni culturali attuato dal nostro Ateneo negli ultimi anni

22 February 2020

CORONAVIRUS, i comportamenti da seguire

Per favorire una corretta informazione, diffondiamo il vademecum diffuso dal Ministero della Salute e dall'Istituto Superiore di Sanità in merito alla diffusione del virus. Esso contiene l'indicazione dei comportamenti da tenere per evitare il contagio.

21 February 2020

Patrick George Zaky, l’Università di Cagliari al fianco del ricercatore detenuto in Egitto

Oggi Amnesty International, in occasione dell’udienza che si apre domani a Il Cairo, ha tenuto un presidio nella facoltà di Studi umanistici e nella biblioteca del Distretto di Scienze umane. Aperta la raccolta delle firme per chiedere il rilascio del giovane iscritto all’ateneo di Bologna. “È incredibile che situazioni simili possano ancora trovare asilo. Siamo fiduciosi nell’azione dell’Unione Europea e del Governo” dice Maria Del Zompo   

Questionnaire and social

Share on: