UniCa UniCa News News Ingegneria, il brindisi per il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla Luna

Ingegneria, il brindisi per il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla Luna

L’aula magna della facoltà di piazza d’Armi ha ospitato la celebrazione dell’evento del 1969. Video, libri e confronto nel dibattito proposto da Giacomo Cao, direttore del Dimcm e presidente del Dass. Gli auspici del pro rettore Francesco Marongiu: “L’Università di Cagliari è orgogliosa del Distretto aerospaziale della Sardegna"
30 July 2019
Cagliari. Allunaggio e dintorni in aula magna di Ingegneria e architettura

Ingegneria aerospaziale d'eccellenza e innovazione all'Università di Cagliari.

Mario Frongia

L’Università, da sempre in prima fila nelle tematiche aerospaziali, conferma il ruolo leader in ambito nazionale ed estero con professionalità e figure specializzate. Nei giorni scorsi, promosso da Giacomo Cao, presidente del Distretto aerospaziale della Sardegna (Dass) e direttore del Dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali (Dimcm), l’aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura dell’ateneo, presieduta da Corrado Zoppi ha ospitato un evento dedicato alla celebrazione del cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla Luna. Dopo i saluti istituzionali del presidente del consiglio comunale di Cagliari, Edoardo Tocco, è intervenuto il pro rettore dell’Università del capoluogo, Francesco Marongiu. “Il Distretto aerospaziale diretto dal professor Cao è un eccellenza di cui L’Università di Cagliari deve essere orgogliosa. La Sardegna è una delle poche regioni in Europa ad aver avuto un approccio così profondo verso un settore in continua evoluzione. E di questo lo dobbiamo ringraziare. Giacomo Cao si occupa anche di ricerca sui nuovi materiali legati alle esplorazioni su Marte. Il suo curriculum è di alto profilo. Il tema relativo all’aero spazio offre numerose occasioni di sviluppo della ricerca, anche in ambito medico. Un aspetto, questo, apparentemente lontano. Invece, l'aerospazio ha interessanti contatti con la Medicina e in particolare con la finestra sull’Ingegneria biomedica che ci vede coinvolti con l’insegnamento della Medicina interna. Quel che il professor Cao ha prodotto in questi anni va apprezzato, sostenuto e incoraggiato”.

 

Francesco Marongiu. Il pro rettore per le attività sanitarie ha esaltato il percorso di ricerca, didattico e formativo del team guidato da Giacomo Cao
Francesco Marongiu. Il pro rettore per le attività sanitarie ha esaltato il percorso di ricerca, didattico e formativo del team guidato da Giacomo Cao

Ricerca, politica ed esplorazione. La Sardegna al centro delle operazioni inerenti le missioni spaziali

 A seguire si è tenuta la presentazione del libro edito da Rubettino “Geopolitica dell’esplorazione spaziale - La sfida di Icaro nel terzo millennio” da parte dell’autore Marcello Spagnulo. Il testo evidenzia, con stile molto efficace, come le conquiste frutto dell’esplorazione spaziale abbiano consentito di scoprire l’immensa fragilità del nostro pianeta e della nostra stessa vita su di esso. Parallelamente, ci si sofferma sul fatto che i satelliti e le stazioni spaziali abbiano permesso anche un altro tipo di conquista per la supremazia politica ed economica sulla Terra, ovvero un dominio geopolitico terrestre con strumenti extraterrestri. Per mezzo secolo infatti, il bipolarismo Usa/Urss ha segnato la “Corsa alla luna”, e il sogno millenario di calpestarne il suolo è stato la cortina ideale per mascherare il confronto militare che spingeva l’uomo lontano dalla sua casa terrestre. Il libro fornisce anche chiari messaggi strategici che partono dalla constatazione che nuovi attori come la Cina si uniscono a Russia e Stati Uniti nella “Corsa allo spazio” per imporre il proprio ruolo geopolitico sulla Terra, mentre i paesi europei sembrano smarrire il loro peso politico globale senza volersi rendere conto che l’esplorazione spaziale del nuovo secolo potrebbe assumere forme che oggi sembrano fantascientifiche, ma che diventeranno molto probabilmente reali.

 

Giacomo Cao. Il presidente del Dass è il direttore del Dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali
Giacomo Cao. Il presidente del Dass è il direttore del Dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali

Satelliti e futuro aerospaziale. Il contributo degli esperti tra sviluppo delle ricerche scientifiche e opzioni di impiego

L’evento si è concluso con la tavola rotonda moderata da Flavia Giacobbe, direttrice di Airpress. Al dibattito hanno preso parte il presidente del Distretto aerospaziale dell’Emilia Romagna, Gaetano Bergami, che ha affrontato l’argomento legato alla funzione che hanno i distretti nella determinazione della politica industriale italiana per il settore. Il tema delle costellazioni satellitari è stato trattato dal Chief technology officer della società Telespazio. Marco Brancati. Il presidente del Dass Giacomo Cao ha evidenziato i principali obiettivi da raggiungere per garantire un significativo ruolo della Sardegna nel futuro aerospaziale italiano. La sfida del nuovo trasporto aereo, considerando anche gli sviluppi di cui si parla in termini di volo suborbitale e spazioporti è stata commentata dal direttore di Enac in Sardegna, Marco Di Giugno. Il deputato Ylenja Lucaselli, componente dell’Intergruppo parlamentare per il settore aerospaziale, ha tracciato il percorso che l’Intergruppo intende perseguire a supporto del comparto. I temi interconnessi con l’esplorazione spaziale e l’osservazione dello spazio profondo anche in relazione all’obiettivo di tornare sulla Luna sono stati approfonditi dal direttore dell’Osservatorio astronomico di Cagliari, Emilio Molinari. L’amministratore delegato Sogaer, Alberto Scanu, ha ragionato sulla connessione tra il volo spaziale e il settore dell'aviazione che si considera più tradizionale, all'interno del quale gli aeroporti rappresentano una componente fondamentale, chiamati anch'essi alla sfida dell'innovazione in vista di traffici in costante crescita. L’operatività dello scalo di Decimomannu quale possibile spazioporto per voli suborbitali è stato trattato dal vice capo dell'Ufficio generale per lo spazio dell'Aeronautica militare, Aniello Violetti. Le conclusioni dell’evento sono state affidate all’assessore regionale al Lavoro, Alessandra Zedda, che ha confermato il forte interesse della Regione per il settore aerospaziale capace di garantire significativi livelli occupazionali in molte regioni d’Italia.

Informazioni: 3474362804 - info@dassardegna.eu

I lavori per i 50 anni dallo sbarco sulla luna hanno catalizzato le attenzioni degli studiosi
I lavori per i 50 anni dallo sbarco sulla luna hanno catalizzato le attenzioni degli studiosi

Last news

17 January 2020

Psicologia della Salute, c’è la Scuola di specializzazione

Domande di partecipazione alla selezione entro il 30 gennaio. Formerà psicologi specialisti nel campo della salute, in una prospettiva multidisciplinare, con un titolo che consente di poter partecipare ai concorsi per Dirigente Psicologo del Servizio Sanitario Nazionale e abilita all’esercizio della professione psicoterapeutica. ON LINE IL BANDO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE

16 January 2020

Sviluppo sostenibile, via al dialogo con la Regione

Durante l’incontro tra il Rettore Maria Del Zompo e l’Assessore Gianni Lampis è stata rimarcata la condivisione di principi e obiettivi dell’Agenda 2030 sullo Sviluppo sostenibile. Verso la costituzione di un gruppo di lavoro per organizzare insieme specifiche iniziative sul tema

15 January 2020

Elezioni Consiglio Universitario Nazionale

Giovedì 16 gennaio ultima delle tre giornate di voto per eleggere nel CUN un professore di I fascia dell’area scientifico-disciplinare 14, un ricercatore dell’area scientifico-disciplinare 06 e un ricercatore dell’area scientifico-disciplinare 08. Seggio aperto in Rettorato dalle 11 fino alle 13.45

15 January 2020

5G: l’Università di Cagliari tra i sei vincitori del Bando Mise

Progetto da oltre un milione di euro in collaborazione con Linkem e Tiscali. Un grande risultato per l’Università di Cagliari, capofila, grazie alla sperimentazione coordinata dal professor Luigi Atzori, del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, terza classificata tra le proposte relative al “Programma di supporto delle tecnologie emergenti nell'ambito del 5G”. Dimostrata ancora una volta la capacità dell'Ateneo di proporre ricerca scientifica di elevato valore nel settore delle comunicazioni di nuova generazione. Coinvolti anche l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, GreenShare, Flosslab, la Regione Sardegna, i comuni di Cagliari, Guspini e Iglesias, il CTM e Abbanoa

Questionnaire and social

Share on: