Brillano il Cesar e l’Università di Cagliari nell'incontro con aziende e territorio. In Cittadella a Monserrato si rafforza l'intesa proficua tra ricerca e sviluppo socioeconomico su energia, agrifood, ambiente, salute, Ict, management e cultura. “Le sinergie con la Regione sono fondamentali” ha detto Maria Del Zompo. “Il vostro operare è decisivo per dare opzioni ai nostri giovani” ha aggiunto Giuseppe Fasolino. “Il CLab, gli accordi con le imprese sarde e i brevetti dicono che stiamo marciando nella direzione giusta” ha spiegato Maria Chiara Di Guardo. "Un'atmosfera produttiva e fiduciosa" ha rimarcato Roberta Vanni
28 June 2019
Monserrato. Il rettore Maria Del Zompo sul palco del Cesar con un team di ricercatori

Serata di pregio. Al Cesar armonia, intuizione e sinergie per il futuro

Mario Frongia

Un evento indimenticabile. Ieri, giovedì 27 giugno, dalle 16.30, il Cesar (Centro servizi d’ateneo per la ricerca) ha ospitato al primo piano del Blocco A -  Cittadella universitaria di Monserrato -  “UniCa&Imprese 2019-Cesar open day. La tua impresa pensa in grande. Anche noi”. L’evento - moderato dalla giornalista Virginia Saba  - ha associato ricercatori, imprenditoria, aziende, spin off e progetti maturati nel ContaminationLab dell’ateneo di Cagliari.Sono previste visite guidate nei laboratori del Cesar. In scaletta anche la caccia al tesoro organizzata dagli studenti del dipartimento di Scienze economiche e aziendali, denominata “Alla scoperta del Cesar”. In chiusura, concerto di Francesco Piu e buffet di networking sul prato antistante l'edificio in un contesto che ha ricordato le sane "conntaminazioni" tipiche dei campus anglossassoni.

 

 


 

Monserrato. Da sinistra, Aldo Urru (direttore generale), Gaetano Melis (dirigente settore ricerca scientifica) e Stefano Usai (presidente polo giuridico, economico e politico) dell'Università di Cagliari
Monserrato. Da sinistra, Aldo Urru (direttore generale), Gaetano Melis (dirigente settore ricerca scientifica) e Stefano Usai (presidente polo giuridico, economico e politico) dell'Università di Cagliari

Il bersaglio è stato centrato: fervono accordi e intese tra Università di Cagliari, aziende e tessuto produttivo.

Una terra vogliosa di opportunità, pronta a mettersi in gioco, attenta al domani dei propri giovani. La Sardegna e un futuro con al centro il confronto su ricerca scientifica, l’implementazione di idee, il rafforzamento di progetti di collaborazione e visioni di sviluppo civico, sociale ed economico. Unica&Imprese 2019 racchiude tematiche di straordinaria attualità sotto vari e impattanti punti di vista. Ovvero, stand tematici su energia, agrifood, ambiente, benessere e salute, Ict, management e cultura. In breve, un insieme che coniuga ricerca scientifica e formazione avanzata, occupazione, scelte strategiche per il mondo imprenditoriale. Mission di pregio dell’ateneo del capoluogo. Tra i principali argomenti trattati si segnalano “Servizi e opportunità per le imprese digital transformation”, “Biomedicina, bioeconomia, energia”, “Ict, Turismo cultura e ambiente, Agroindustria. Lo stand dell’ateneo offre “ Fare innovazione con Unica”, Orsola Macis (responsabile UniCa Liaison office), “Il fondo di trasferimento tecnologico” e “I dottorati innovativi a caraterizzazione industriale” a cura Enzo Tramontano, coordinatore corsi di dottorato UniCa.


 

Giuseppe Fasolino, Alberto Scanu, Maria Chiara Di Guardo e Roberta Vanni
Giuseppe Fasolino, Alberto Scanu, Maria Chiara Di Guardo e Roberta Vanni

Percorso di pregio segnato e da rafforzare. Tra ricerca, regione e aziende, balla il futuro delle nuove generazioni sarde

“Sono molto soddisfatta della reciprocità di intesa, dalle sinergie e dalla disponibilità mostrataci dalla Regione con l’assessore Giuseppe Fasolino, al quale va la nostra gratitudine. Un incontro proficuo nel merito e nella forma. Ma soprattutto, nei principi e nell’operatività. Il futuro delle nuove generazioni passa anche per le nostre facoltà, noi abbiamo bisogno dell’istituzione regionale come la Regione ha bisogno dell’accademia” ha detto Maria Del Zompo. Con il rettore, hanno preso parte alla prima alla conferenza stampa tenutasi mercoledì in sala Consiglio, poi, al Cesar, Giuseppe Fasolino, assessore regionale Programmazione e bilancio. “Diamo modo ai nostri giovani di poter sognare e portare a compimento le proprie ambizioni. Occorrono opportunità concrete e, nell’epoca in cui la differenza la fanno la conoscenza e il sapere, il ruolo dell’Università è quanto mai basilare. Sono orgoglioso, e ringrazio la professoressa Del Zompo per l’occasione, di poter dire che UniCa&Imprese è un’ottima occasione per rafforzare intese e collaborazioni con fondamentali ricadute sul territorio”. Per Alberto Scanu (Confindustria, Gruppo reti imprese), l’aspetto saliente riguarda “l’accelerazione data dal rettore e dal suo staff alle relazioni con il tessuto produttivo. Le imprese dialogano fiduciose con l’ateneo di Cagliari. E i risultati, soprattutto su temi quali energia, Ict, sistemi informatici, si vedono”. Il pro rettore per Innovazione e territorio, Maria Chiara Di Guardo, ha elencato numeri di assoluta grandezza: “Negli ultimi due anni abbiamo instaurato relazioni con oltre 350 aziende e con circa 200 sono stati siglati accordi di collaborazione. Inoltre, abbiamo tre brevetti nei migliori quindici d’Italia nell’ambito delle biotecnologie. Pensare che Nausdream, start up nata nel nostro CLab, sia tra gli sponsor di UniCa&Imprese, ci inorgoglisce”. Per il direttore del Cesar, Roberta Vanni, l’occasione  è stata foriera di grandi opportunità: “I nostri laboratori, dotati di attrezzature all’avanguardia, ci permettono di offrire, ai nostri ricercatori e alle imprese e al tessuto imprenditoriale un supporto scientifico ad alto valore aggiunto. UniCa&Imprese è passo fondamentale per innescare idee e progetti meditati e attesi dal mondo imprenditoriale”. Ai lavori ha preso parte anche il neo sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu.

 

Monserrato. In primo piano, da sinistra, Alberto Scanu e Paolo Truzzu
Monserrato. In primo piano, da sinistra, Alberto Scanu e Paolo Truzzu

Attachments

Last news

11 August 2020

Chiusura per Ferragosto

Dal 13 al 18 agosto gli uffici e tutte le strutture dell’Ateneo osserveranno un breve periodo di chiusura per le ferie estive 2020

11 August 2020

Dona il tuo 5x1000 all'Ateneo di Cagliari

Per sostenere la ricerca in Sardegna e il lavoro dei nostri giovani studenti e ricercatori, nella dichiarazione dei redditi firma nel riquadro “Finanziamento agli enti della ricerca scientifica e dell’università” indicando il numero di codice fiscale 80019600965

09 August 2020

Archeologia, online il bando per la Scuola di Specializzazione

Scade il 10 settembre il termine per partecipare alla selezione per il percorso biennale di alta formazione post lauream dedicato alle archeologhe e agli archeologi. Diciotto i posti messi a concorso per i quattro curricula professionalizzanti, relativi ai settori scientifico disciplinari legati al patrimonio archeologico

04 August 2020

Cardiologia, odontoiatria e cardiochirurgia assieme per una comunicazione efficace

Il Consensus maturato sull’iniziativa dei docenti dell’Università di Cagliari, Elisabetta Cotti e Giuseppe Mercuro. “Lo screening dentale preoperatorio sui pazienti in attesa di interventi chirurgici cardiovascolari elettivi” è la cornice del percorso condiviso dalle principali Società scientifiche del settore

Questionnaire and social

Share on: