UniCa UniCa News News Il bello e la sfida di essere donna, le premiazioni

Il bello e la sfida di essere donna, le premiazioni

Sarà il Rettore Maria Del Zompo a congratularsi con i vincitori delle varie categorie del percorso/concorso multidisciplinare organizzato dall'Ateneo per promuovere tra gli studenti il rispetto e la valorizzazione della figura femminile e premiare la creazione e la diffusione di video ed elaborati giornalistici sul tema. Martedì 18 giugno dalle 16 nell'Aula magna del Rettorato la cerimonia e la consegna dei riconoscimenti in denaro
18 June 2019
Il logo dell'iniziativa

Sergio Nuvoli

Cagliari, 14 giugno 2019 - Inizierà martedì 18 giugno alle 16 la cerimonia di premiazione del Percorso multidisciplinare/concorso “Il bello e la sfida di essere donna”, organizzato dall’Università di Cagliari per promuovere tra gli studenti una cultura di rispetto e valorizzazione della figura femminile e premiare la creazione e la diffusione di video ed elaborati giornalistici su tematiche inerenti il ruolo della donna nella società odierna, evidenziando le difficoltà che la donna incontra nella realizzazione delle proprie aspirazioni e nella crescita professionale.

Si trattava di frequentare tre seminari e una tavola rotonda e creare un video o un elaborato scritto in stile giornalistico rappresentativo del tema del concorso, riservato agli studenti dell’Università di Cagliari e agli studenti Erasmus attualmente ospiti dell’Ateneo. Hanno partecipato in 84.

Sarà il Rettore Maria Del Zompo a consegnare i premi in denaro ai primi classificati individuati dala giuria tecnica, composta dalle giornaliste Roberta Celot e Miriam Mauti e dal docente Massimo Tria: sono stati individuati il primo e il secondo classificato sia per la categoria “video” sia per la categoria “elaborato giornalistico”. Previsti anche due premi “social” in base al numero di like ottenuti dai video sulla pagina del concorso.

Last news

17 October 2019

MEDISS, soluzioni innovative al problema della scarsa disponibilità idrica

“Mediterranean Integrated System for water Supply” è il progetto coordinato da Giovanni Sistu: con il CIREM-CRENoS ed ENAS, sono coinvolti il Palestinian Wastewater Engineers Group, capofila palestinese, la Comunità di Jerico (Palestina), Aqaba Water Company (Giordania), Institute des Regions Arides (Tunisia), in collaborazione con gli stakeholders locali Cooperativa Coltivatori Arborea e Comune di Arborea. Kickoff meeting lunedì 21 ottobre

16 October 2019

Accademia e geologi, sinergia vincente

Dopodomani trenta istituti e oltre 2.500 allievi coinvolti in Sardegna nella giornata dedicata alla geologia. Nelle scuole italiane le nuove generazioni vicine a uso corretto del territorio, salvaguardia dell’ambiente e valutazione consapevole dei rischi naturali. La pregiata intesa del dipartimento di Scienze chimiche e geologiche dell’Università di Cagliari con l’Ordine professionale. Mossa azzeccata per sensibilizzare alla cultura geologica

16 October 2019

La cannabis in gravidanza espone i figli agli effetti psicotici del THC

Pubblicato su Nature Neuroscience uno studio guidato da Miriam Melis (Dipartimento di Scienze biomediche), realizzato dall’Università di Cagliari in collaborazione con l’Accademia delle Scienze Ungheresi a Budapest e l’Università del Maryland a Baltimora, che mostra le conseguenze negative sullo sviluppo del sistema nervoso centrale del bambino dell’assunzione in gravidanza di una droga considerata “leggera”

14 October 2019

La tecnologia di UniCa custodisce i dati ambientali dei parchi dell’Himalaya – Karakorum Range

Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche, siglato un accordo di collaborazione scientifica per la realizzazione di un sistema di acquisizione e gestione di dati ambientali a supporto del Piano di gestione del Parco del Deosai nel Pakistan settentrionale. Maria Teresa Melis ha guidato un team che sta implementando una piattaforma di acquisizione e gestione di dati ambientali basata sull’utilizzo di una nuova app che si appoggi su immagini da satellite ESA-Sentinel

Questionnaire and social

Share on: