UniCa UniCa News News Anna Laura Sanna al prestigioso San Gemini Preservation Studies

Anna Laura Sanna al prestigioso San Gemini Preservation Studies

Neo ingegnere chimico laureatosi nella facoltà di piazza D'Armi, ha superato le rigorose selezioni per accedere al programma di fama mondiale su temi e metodologie inerenti i beni culturali. “Un risultato di pregio anche per la nostra Università” dice Francesco Delogu
13 June 2019
Anna Laura Sanna al lavoro. La foto è stata scattata all'Opificio delle Pietre dure durante una campagna di misure sulla cosiddetta Pala di Sant'Ambrogio di Sandro Botticelli

La supervisione dei docenti Francesco Delogu e Carlo Ricci del Dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali

Mario Frongia

Conseguita lo scorso settembre la laurea triennale in Ingegneria chimica sotto la supervisione di Francesco Delogu e Carlo Ricci, Anna Laura Sanna attualmente, frequenta le lezioni del primo anno della magistrale in Ingegneria chimica e i laboratori di ricerca del Dipartimento di ingegneria meccanica, chimica e dei materiali (Dimcm) diretto da Giacomo Cao. Nata a Cagliari il 7 maggio 1996, il mese scorso ha preso parte ai colloqui indirizzati alla selezione dei candidati per partecipare alla scuola estiva internazionale organizzata dall’associazione San Gemini Arte nell’ambito del programma San Gemini Preservation Studies 2019. Colloqui superati brillantemente. “L’ingegner Sanna sarà messa nelle condizioni di proseguire il suo personale percorso di formazione accademica, da subito volto - spiega il professor Delogu - all’applicazione delle più moderne metodologie di indagine e caratterizzazione fisica e chimica di materiali attinenti all’area di studio dei Beni culturali”.

 

L'ingegner Sanna mostra la tesi dal titolo "Pinxit solemniter, etiam insculpsir? Suggestioni storiche ed evidenze scientifiche sull'opera del Maestro di Castelsardo"
L'ingegner Sanna mostra la tesi dal titolo "Pinxit solemniter, etiam insculpsir? Suggestioni storiche ed evidenze scientifiche sull'opera del Maestro di Castelsardo"

Il programma San Gemini è inserito in una scuola estiva di profilo accademico internazionale

I corsi specialistici di formazione individuale sono a numero chiuso (20 partecipanti) e per accedervi si deve superare la selezione con u colloquio in inglese. Il programma San Gemini Preservation Studies si svolge in collaborazione con l’Historic Preservation Institute at the University of Wisconsin–Milwaukee School of Architecture and Urban Planning e l’International Institute for Restoration and Preservation Studies LLC (IRPSS) di New York, istituto che fa parte dell’American Institute for Conservation of Historic & Artistic Works. In breve, il gotha accademico e scientifico del comparto. L’ingegner Sanna potrà così maturare competenze elevate in attività sul campo indirizzate al restauro e alla conservazione del materiale cartaceo. La scuola estiva internazionale è organizzata dall’associazione San Gemini Arte e rientra nell’ambito del programma San Gemini Preservation Studies 2019.

 

San Gemini, rinomato centro artistico e culturale in provincia di Terni
San Gemini, rinomato centro artistico e culturale in provincia di Terni

Dal Maestro di Castelsardo alla Pala del Botticelli

L’ateneo di Cagliari, e in particolare i docenti del Dimcm, persegue con particolare attenzione sul fronte dei rapporti e delle collaborazioni con enti, istituzioni e accademia di profilo internazionale. Tra queste, quella con l'Opificio delle Pietre e le Gallerie degli Uffizi. La tesi di laurea dell’ingegner Sanna - con il titolo parzialmente in latino, probabilmente tra i pochissimi mai proposti per una tesi di laurea a Ingegneria - nasce dalla collaborazione con il direttore dell'Ufficio beni culturali ecclesiastici della Sardegna, reverendo don Francesco Tamponi.

Un'altra immagine di San Gemini, circa cinquemila residenti
Un'altra immagine di San Gemini, circa cinquemila residenti

Last news

17 October 2019

MEDISS, soluzioni innovative al problema della scarsa disponibilità idrica

“Mediterranean Integrated System for water Supply” è il progetto coordinato da Giovanni Sistu: con il CIREM-CRENoS ed ENAS, sono coinvolti il Palestinian Wastewater Engineers Group, capofila palestinese, la Comunità di Jerico (Palestina), Aqaba Water Company (Giordania), Institute des Regions Arides (Tunisia), in collaborazione con gli stakeholders locali Cooperativa Coltivatori Arborea e Comune di Arborea. Kickoff meeting lunedì 21 ottobre

16 October 2019

Accademia e geologi, sinergia vincente

Dopodomani trenta istituti e oltre 2.500 allievi coinvolti in Sardegna nella giornata dedicata alla geologia. Nelle scuole italiane le nuove generazioni vicine a uso corretto del territorio, salvaguardia dell’ambiente e valutazione consapevole dei rischi naturali. La pregiata intesa del dipartimento di Scienze chimiche e geologiche dell’Università di Cagliari con l’Ordine professionale. Mossa azzeccata per sensibilizzare alla cultura geologica

16 October 2019

La cannabis in gravidanza espone i figli agli effetti psicotici del THC

Pubblicato su Nature Neuroscience uno studio guidato da Miriam Melis (Dipartimento di Scienze biomediche), realizzato dall’Università di Cagliari in collaborazione con l’Accademia delle Scienze Ungheresi a Budapest e l’Università del Maryland a Baltimora, che mostra le conseguenze negative sullo sviluppo del sistema nervoso centrale del bambino dell’assunzione in gravidanza di una droga considerata “leggera”

14 October 2019

La tecnologia di UniCa custodisce i dati ambientali dei parchi dell’Himalaya – Karakorum Range

Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche, siglato un accordo di collaborazione scientifica per la realizzazione di un sistema di acquisizione e gestione di dati ambientali a supporto del Piano di gestione del Parco del Deosai nel Pakistan settentrionale. Maria Teresa Melis ha guidato un team che sta implementando una piattaforma di acquisizione e gestione di dati ambientali basata sull’utilizzo di una nuova app che si appoggi su immagini da satellite ESA-Sentinel

Questionnaire and social

Share on: