Prospettive e strategie ambientali per un turismo sostenibile in Sardegna. Presentazione dei risultati e del marchio di qualità ambientale a Cagliari nell’ambito della settimana europea European Sustainable Development Week. LE FOTO DEL 31 MAGGIO
31 May 2019
Sette i partner di progetto: CRENoS (capofila), Area Marina Protetta di Capo Carbonara, l’Ecoscience Provence, EA Eco Entreprises, ENEA, Poliste e GIP FIPAN

L'appuntamento finale "Prospettive sostenibili del turismo in Sardegna: il contributo del Progetto STRATUS" per illustrare i risultati del Progetto STRATUS e le prospettive future sul turismo sostenibile - VEDI FOTO A FONDO PAGINA

  • Giovedì 30 maggio 2019 esperti del settore terranno lezioni frontali sui temi delle sfide al cambiamento climatico, della competitività e sostenibilità delle destinazioni balneari, sul turismo enogastronomico ed agroalimentare.
  • Venerdì 31 maggio 2019 in programma due sessioni di confronto su trend, prospettive e ostacoli al turismo sostenibile in Sardegna. Chiude l'evento una tavola rotonda dal titolo “Progettiamo la sostenibilità del turismo in Sardegna: azioni e ostacoli”.
  • Per iscriversi all'evento: http://bit.ly/eventoSTRATUS
     
  • Variazione sede: per motivi tecnici, diversamente da quanto annunciato in precedenza, l'appuntamento si è svolto nell'Aula Magna "Maria Lai", in via Nicolodi 102 (fronte Anfiteatro)

 

Scarica il programma dettagliato
Scarica il programma dettagliato

Appuntamento nel calendario di iniziative della European Sustainable Development Week

 
IL PROGETTO STRATUS
. “Strategie ambientali per un turismo sostenibile”, di cui è capofila il Crenos, è uno dei progetti di cooperazione finanziati dal fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) nel quadro del primo avviso del Programma Italia Francia Marittimo 2014-2020. Della durata complessiva di 24 mesi, ha una dotazione finanziaria complessiva di circa 1.3 milioni di Euro, di cui circa 1.1 milioni € provenienti dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

Logo progetto STRATUS. La cooperazione al cuore del Mediterraneo
Logo progetto STRATUS. La cooperazione al cuore del Mediterraneo

LA SFIDA del progetto STRATUS è di rinforzare la competitività internazionale delle micro, piccole e medie imprese della filiera prioritaria transfrontaliera del turismo sostenibile marino e balneare, in Sardegna, in Liguria e in PACA (Provenza-Alpi-Costa Azzurra, regioni della Francia del sud) in modo da rendere le imprese e il loro territorio più sostenibile dal punto di vista ambientale e dunque più attraente sui mercati nazionali ed internazionali.
 

GLI OBIETTIVI del progetto: promuovere la competitività e le capacità delle piccole e medie imprese legate al turismo sostenibile nei territori del progetto; aumentare la sostenibilità del turismo costiero e balneare attraverso le tecnologie innovative; migliorare le capacità di pianificazione e di gestione delle amministrazioni pubbliche locali e delle piccole e medie imprese grazie ad un approccio partecipativo per l’elaborazione della strategia.


LE AZIONI messe in campo dal Progetto: identificazione delle zone (municipalità costiere, parchi naturali marittimi); identificazione delle best practice nelle regioni partner (Liguria, Sardegna e PACA); elaborazione di un piano strategico di azioni comuni per un turismo marittimo sostenibile; creazione del marchio di qualità ambientale “STRATUS”, che permette di individuare e valorizzare le imprese eco sostenibili presenti sul territorio orientando quindi i turisti.


LE ANALISI. I report del Progetto STRATUS sono stati elaborati sulla base di indagini condotte per comprendere le pratiche attuali dei professionisti del settore e le loro aspettative in materia di competitività economica e di integrazione degli aspetti legati alla sostenibilità ambientale. Queste indagini hanno permesso di: raccogliere dati obiettivi al fine di comprendere meglio il contesto territoriale in termini di eco sostenibilità del turismo; identificare le politiche pubbliche regionali, dipartimentali e locali in materia di competitività del turismo e dello sviluppo dei siti pilota; articolare le proposte di future azioni del progetto STRATUS con le politiche pubbliche esistenti.

I PARTNER. Il progetto STRATUS ha coinvolto il CRENoS quale capofila (team guidato da Stefano Usai, con Giacomo Del Chiappa, Luca Santarossa, Michela Cordeddu, Antonio Cocco, Marcelo Atzeni, Davide Cao), l’Area Marina Protetta di Capo Carbonara (Fabrizio Atzori, Carlo Craccis, Carlo Montisci), l’Ecoscience Provence (Mickael Schneider, Maeva Monnier, Marion Lecrec), l’EA Eco Entreprises (Cristina Casian, Richard Martinez, Hèléne Rizzotti), l’ENEA (Carla Creo,  Silvia Cocito, Chiara Lombardi, Stefania Furia, Sergio Capucci, Matteo Defelice), Poliste (Luca Melis, Gianni Agnesa, Emmanuela Manca, Francesca Ardu, Manuela Lai) e GIP FIPAN (Romain Goura, Guillaume Cairaschi, Rachel Schaefer).
 
LINK: vedi su Unica.it la scheda di presentazione del progetto di cooperazione italo-francese e dei sette partner nella nostra precedente news del 9 maggio 2017

 

il professor Stefano Usai (Dipartimento di Scienze economiche ed aziendali), responsabile scientifico del progetto
il professor Stefano Usai (Dipartimento di Scienze economiche ed aziendali), responsabile scientifico del progetto

CONTATTI

INFO

Michela Cordeddu
CRENoS / Università degli Studi di Cagliari
Via San Giorgio 12, 09124 Cagliari
Tel.: +39 070.675.6406
Email: crenos@unica.it 
Fb: CRENoS CentroRicercheEconomicheNordSud


LP CRENOS
 
Stefano Usai / Responsabile scientifico
Email: stratus@unica.it
Web: http://crenos.unica.it/crenos/
Facebook :www.facebook.com/stratusproject/
Linkedin: www.linkedin.com/company/11382358/




Ivo Cabiddu
ult. agg.to 31 maggio 2019
 

 

====================
P H O T O G A L L E R Y
====================

Locandina evento STRATUS del 30 e 31 maggio nell'Aula magna Baffi di viale Sant’Ignazio 74 - CLICCA QUI SOTTO PER LA PHOTOGALLERY
Locandina evento STRATUS del 30 e 31 maggio nell'Aula magna Baffi di viale Sant’Ignazio 74 - CLICCA QUI SOTTO PER LA PHOTOGALLERY

Links

Last news

20 October 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 October 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionnaire and social

Share on: