UniCa UniCa News News Malattia di Huntington, tra diagnosi e prospettive future

Malattia di Huntington, tra diagnosi e prospettive future

L’Università di Cagliari prende parte alle iniziative seminariali e formative che si aprono domani all'Ordine dei medici. Piena condivisione del flash mob in programma sabato al Poetto. “La scienza è sempre più vicina ai pazienti e ai cittadini” dice Micaela Morelli. “La collaborazione precoce con i medici di base è decisiva” aggiunge Giovanni De Fazio
17 May 2019
L'immagine genetica della patologia riprodotta da centinaia di volontari

Mario Frongia
 

Domani, sabato 18 maggio, dalla 9 alle 17, l’Ordine dei medici Chirurghi di Cagliari - via dei Carroz, n. 14 - ospita il seminario “Malattia di Huntington: importanza della diagnosi e prospettive future”. L’evento nasce dalla collaborazione del dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica-Scuola di specializzazione in Neurologia dell’Università di Cagliari e l’Associazione Huntington onlus-La rete italiana della malattia di Huntington. Alle 18, nel Lungomare Poetto, all’altezza dei chioschi “Le Palmette” e “La sella del diavolo”, si tiene il flash mob “Srotoliamo insieme il gene dell’Huntington! #HDAYS19”.

 

CORAGGIO, DEDIZIONE, SOLIDARIETA' E ALTRUISMO: UNA RETE CHE REGALA FIDUCIA
CORAGGIO, DEDIZIONE, SOLIDARIETA' E ALTRUISMO: UNA RETE CHE REGALA FIDUCIA

L'ATENEO, L'ORDINE DEI MEDICI DI CAGLIARI E LE ASSOCIAZIONI. ASSIEME PER UN DOMANI MIGLIORE

 “Stiamo vivendo un momento speciale nella storia dell’Huntington e in generale delle malattie genetiche con sperimentazioni che usano farmaci molecolari innovativi in grado di rendere inattivi i geni causa di malattia. Un approccio rivoluzionario per la scienza ma anche per la medicina, frutto del lavoro congiunto di ricercatori, medici e associazioni di familiari” dice Micaela Morelli, pro rettore per la Ricerca scientifica. “Saper fornire orientamenti medici di ordine generale e indirizzare in modo corretto verso i centri specialistici di riferimento, la correttezza del percorso diagnostico, una valutazione e un monitoraggio periodico, accoglienza, informazione e supporto multi professionale dei malati sono fondamentali per affrontare la malattia di Huntington” precisa Giovanni De Fazio, direttore Neurologia, Azienda ospedaliero-universitaria di Cagliari. Gli Huntington Days sono giornate di sensibilizzazione e informazione sulla malattia di Huntington organizzate da Huntington Onlus, la Rete Italiana della Malattia di Huntington. La referente per l’associazione in Sardegna è Alessia Zurru.  “L'Huntington - spiega una nota degli organizzatori - è una patologia del cervello d’origine genetica determinata dalla perdita progressiva di cellule nervose attualmente senza cura. La malattia si manifesta generalmente tra i 30 i 50 anni con disturbi emotivi e del movimento. È una malattia con un nome poco conosciuto che il destino attribuisce alla persona come un’eredità familiare che diventa parte integrante della sua identità e del suo futuro”.

 

Micaela Morelli e Giovanni De Fazio
Micaela Morelli e Giovanni De Fazio

FLASH MOB AL POETTO CON UNO STRISCIONE DA SETTANTA METRI

 Al termine del convegno che si tiene all’Ordine dei medici, al Poetto viene srotolato uno striscione lungo 70 metri con la riproduzione del gene Huntington. Il Flash Mob cagliaritano rappresenta la seconda tappa del viaggio del gene che è iniziato ieri a Padova, all’apertura degli Huntington Days, e si chiude a Napoli il 25 maggio in Piazza Plebiscito. Il Flash Mob del Poetto è un momento fortemente voluto dalle famiglie sarde, perché attorno alla riproduzione del gene, malati e familiari, ricercatori e medici, operatori della cura e dell’assistenza, volontari e amici, rappresentanti di enti e istituzioni, cittadini e turisti, possano unirsi trasmettendo a tutti coloro che sono coinvolti dall’Huntington, un messaggio capace di superare quei “sentimenti” di solitudine ed isolamento, con cui ancora oggi purtroppo convivono.
 

Flash mob, coinvolgente e teso a conquistare attenzione e consensi
Flash mob, coinvolgente e teso a conquistare attenzione e consensi

LA PATOLOGIA IN SARDEGNA. UN MOMENTO DI INCLUSIONE E CONDIVISIONE FONDAMENTALE PER I MALATI E LE LORO FAMIGLIE

Per la prima volta le famiglie Huntington sarde escono dall’isolamento e stigma che caratterizza la malattia. Un momento che le vede unite all’Associazione, ai loro medici neurologi della Azienda ospedaliero-universitaria di Cagliari, in prima linea sul fronte della malattia. “Per noi è un momento speciale” sottolineano gli operatori. – Ai lavori prende parte, tra gli altri, anche Chiara Zuccato (docente dipartimento Bioscienze - Università di Milano e Istituto nazionale genetica molecolare), responsabile scientifico e fondatrice di Huntington onlus-La rete italiana della malattia di Huntington.

Informazioni: https://www.omeca.it/wp-content/uploads/2019/05/programma-DEF-5.pdf

Un recente intervento di Chiara Zuccato, fondatrice di Huntington onlus
Un recente intervento di Chiara Zuccato, fondatrice di Huntington onlus

Last news

13 December 2019

Verso un futuro condiviso, con UniCa

Il ruolo dell’Ateneo nella definizione del Piano Strategico della Città Metropolitana di Cagliari: venerdì 13 dicembre a Palazzo Regio numerosi ricercatori intervengono al Forum, il Prorettore vicario Francesco Mola tra i relatori della tavola rotonda

13 December 2019

UniCa con Legambiente per il Bacino del Rio Posada

L’Università di Cagliari è partner del progetto di tutela ambientale “Acqua e fuoco. Dalle cicatrici del passato la mappa per un futuro al riparo dai rischi nel Parco di Tepilora”. In prima linea il Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche grazie al gruppo di ricerca composto dai professori Antonio Funedda, Maria Teresa Melis e Stefania Da Pelo. Questa mattina, su RAITRE, servizio e intervista al prof. Funedda durante il programma televisivo ''BUONGIORNO REGIONE''

13 December 2019

Premio Mazzeo a Fabio Medas

Ancora un risultato di prestigio nazionale assoluto per il giovane ricercatore di Chirurgia Generale al Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell'Università di Cagliari: è stato premiato a Napoli con il riconoscimento intitolato al grande chirurgo della scuola napoletana e fondatore della Società Italiana di Chirurgia Oncologica. Dopo la borsa Ettore Ruggeri ottenuta nel 2016, un nuovo e importante successo per Medas, che opera nel reparto di Chirurgia Generale e Polispecialistica della AOU di Cagliari, diretto dal prof. Piergiorgio Calò

Questionnaire and social

Share on: