UniCa UniCa News News Il nuovo numero di "Medea"

Il nuovo numero di "Medea"

Consultabile on line, contiene una selezione di interventi del fortunato convegno “Immaginare mondi: l’alieno e l’altrove”. La rivista internazionale di studi interculturali edita da UniCa è stata inclusa dall’ANVUR tra le riviste scientifiche per le aree 10 e 11, a riprova dell’interdisciplinarità degli approcci e delle tematiche, obiettivo prioritario del progetto editoriale
10 January 2019
La bellissima immagine che campeggiava sulla locandina dell'iniziativa

Sergio Nuvoli

Cagliari, 10 gennaio 2019 – E’ online il nuovo numero della rivista internazionale di studi interculturali "Medea", edita dall'Università di Cagliari, numero che riprende una selezione degli interventi del fortunato convegno "Immaginare mondi: l'alieno e l'altrove".

L'ANVUR ha recentemente incluso “Medea” nell’elenco delle riviste scientifiche per l’Area 10 e per l’Area 11. Si tratta di un riconoscimento che avvalora l’interdisciplinarità degli approcci e delle tematiche, obiettivo prioritario del progetto editoriale.

Ad arricchire il numero on line - tutto da leggere - la pubblicazione di una selezione di componimenti realizzati dagli studenti di Lettere e di Beni culturali e Spettacolo durante i corsi di Letteratura italiana (in particolare, quando il docente organizzò una sorta di sfida letteraria che li vedeva protagonisti).

Il logo della rivista
Il logo della rivista

“La rivista Medea – si legge nel manifesto - si occupa della complessità del fare, del dire e del sentire umani, ponendo a confronto i modi diversi di comportarsi degli uomini, di rapportarsi con l’ambiente, di stringere relazioni, di produrre, rappresentare e dare senso al mondo e alla vita, nel lontano passato come nel presente. Medea offre studi e ricerche interculturali nei quali metodi e contenuti di vari ambiti disciplinari, dalle archeologie alle storie, dalle letterature alle antropologie, dalle arti alle scienze in senso lato, interagiscono con la finalità di tracciare insieme nuovi percorsi di indagine e delineare orizzonti condivisi. Con impegno critico e autocritico, a partire dalla messa in discussione dell’autoreferenzialità dei vari settori specialistici, la rivista intende favorire una maggiore apertura della ricerca proponendo una stretta convergenza fra teoria e pratica, e avvalorando gli studi nei quali il rigore analitico nell'esame dei fatti empirici e l'attenta contestualizzazione storica si accompagnino agli approcci teorici comparativi e generalizzanti. Sono ardui obiettivi che si possono conseguire rimettendo insieme i saperi e le arti, senza separazioni e gerarchizzazioni, rifuggendo gli atteggiamenti etnocentrici e le rivendicazioni universalistiche, nella consapevolezza scientifica che i percorsi 'in comune' si realizzano attraverso l'imprescindibile esperienza del continuo confronto e nel riconoscimento della complessità e dinamicità dei saperi e dei modi di vivere”.

Medea Journal è edito dall'Università di Cagliari - Il supporto ICT, lo sviluppo e la manutenzione dell'installazione di OJS sono forniti da UniCA Open Journals, gestito dal Sistema Bibliotecario di Ateneo.

Tre componenti del comitato di direzione della rivista Medea: Pamela Ladogana, Andrea Cannas e Tatiana Cossu
Tre componenti del comitato di direzione della rivista Medea: Pamela Ladogana, Andrea Cannas e Tatiana Cossu

Links

Last news

Questionnaire and social

Share on: