Neolaureata in Ingegneria Elettrica, ha ottenuto la Mela D’Oro per il suo eccellente percorso universitario. Insieme al premio, Maria Grazia Fadda si è aggiudicata anche un contratto di assunzione da parte di Terna SpA. RASSEGNA STAMPA
28 June 2018
La consegna del premio a Maria Grazia Fadda

di Valeria Aresu

Cagliari, 26 giugno 2018Maria Grazia Fadda, neolaureata in Ingegneria Elettrica nel 2017, si è aggiudicata il Premio Marisa Bellisario, il riconoscimento intitolato alla nota dirigente d’azienda scomparsa nel 1988, che viene assegnato alle donne che si distinguono nella professione, nel management, nella scienza, nell’economia, nel sociale, nella cultura e nell’informazione, nello spettacolo e nello sport.

Un percorso universitario brillante e una tesi di laurea innovativa, discussa con Carlo Muscas (docente del dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica), sono gli ingredienti che hanno permesso alla neolaureata di ottenere la Mela d’Oro. Oltre 40 gli Atenei italiani coinvolti e tre le grandi Aziende - Leonardo Company, Terna e Acea - impegnate in un rigoroso processo di selezione che ha portato alla proclamazione di Chiara Amato, Maria Grazia Fadda e Francesca Scialandrone. Per questo, oltre al premio, la dott.ssa Fadda ha ottenuto un contratto d’assunzione da parte di Terna.

“Sono contenta che qualcuno abbia visto in me una  una donna che può affermarsi – ha affermato Maria Grazia Fadda, in un’intervista per il webmagazine di Terna - e dare un contributo nella società, nella scienza, e in altri ambiti come quelli di chi ha ricevuto questo riconoscimento prima di me”

"Le donne portano sempre un contributo di valore nelle organizzazioni – ha dichiarato Brunella Livigni, responsabile recruiting e selezione di Terna - Le donne che lavorano in Terna sono professioniste preparate e con forte motivazione e, come tutta l’azienda in questo momento, sono impegnate ad affrontare le sfide della transizione energetica con entusiasmo, determinazione, spirito di squadra e la capacità continua di prevedere e anticipare il cambiamento".

Un'immagine della consegna della Mela d'Oro
Un'immagine della consegna della Mela d'Oro

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 28 giugno 2018
Università La Mela d'oro per l'eccellente percorso di studi
Premio Bellisario a una giovane ingegnera

Sezione "Agenda Cagliari" pag. 23

Maria Grazia Fadda, neolaureata in Ingegneria elettrica all'Università di Cagliari, si è aggiudicata il Premio Marisa Bellisario, il riconoscimento intitolato alla nota dirigente d'azienda scomparsa nel 1988 e che viene assegnato alle donne che si distinguono nella professione, nel management, nella scienza, nell'economia, nel sociale, nella cultura e nell'informazione, nello spettacolo e nello sport.
Un percorso universitario brillante e una tesi di laurea innovativa, discussa con Carlo Muscas (docente del dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica), sono gli ingredienti che hanno permesso alla neolaureata di ottenere la Mela d'oro. Oltre 40 gli Atenei italiani coinvolti e tre le grandi aziende - Leonardo Company, Terna e Acea - impegnate in un rigoroso processo di selezione che ha portato alla proclamazione di Chiara Amato, Maria Grazia Fadda e Francesca Scialandrone. Per questo, oltre al premio, Fadda ha ottenuto un contratto d'assunzione da parte di Terna.
«Sono contenta che qualcuno abbia visto in me una donna che può affermarsi - ha affermato Maria Grazia Fadda, in un'intervista per il webmagazine di Terna - e dare un contributo nella società, nella scienza, e in altri ambiti come quelli di chi ha ricevuto questo riconoscimento prima di me». Brunella Livigni, responsabile recruiting e selezione di Terna, sottolinea il contributo di valore portato nelle organizzazioni dall'universo femminile. «Le donne che lavorano in Terna - ha dichiarato - sono professioniste preparate e con forte motivazione e, come tutta l'azienda in questo momento, sono impegnate ad affrontare le sfide della transizione energetica con entusiasmo, determinazione, spirito di squadra e la capacità continua di prevedere e anticipare il cambiamento».

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

L’UNIONE SARDA online
Alla cagliaritana Maria Grazia Fadda il premio "Marisa Bellisario"

È la giovane sarda Maria Grazia Fadda, neolaureata in Ingegneria elettrica all'Università di Cagliari, una delle tre vincitrici del premio Marisa Bellisario, riconoscimento intitolato alla nota dirigente d'azienda scomparsa nel 1988 e che viene ogni anno assegnato alle donne che si distinguono nella professione, nel management, nella scienza, nell'economia, nel sociale, nella cultura e nell'informazione, nello spettacolo e nello sport.
Un percorso universitario brillante e una tesi di laurea innovativa, discussa con Carlo Muscas (docente del dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica), sono gli ingredienti che hanno permesso alla neolaureata di ottenere la "Mela d'oro".
Oltre 40 gli Atenei italiani coinvolti e tre le grandi Aziende - Leonardo Company, Terna e Acea - impegnate in un rigoroso processo di selezione che ha portato alla proclamazione, accanto a Maria Grazia, anche di Chiara Amato e Francesca Scialandrone.
Per la neolaureata cagliaritana il premio significa anche un contratto d'assunzione da parte di Terna, un'opportunità unica per mettere nel concreto alla prova la sua grande preparazione.
"Sono contenta che qualcuno abbia visto in me una donna che può affermarsi – spiega Maria Grazia Fadda - e dare un contributo nella società, nella scienza, e in altri ambiti come quelli di chi ha ricevuto questo riconoscimento prima di me".
"Le donne portano sempre un contributo di valore nelle organizzazioni – il commento di Brunella Livigni, responsabile recruiting e selezione di Terna - Le donne che lavorano in Terna sono professioniste preparate e con forte motivazione e, come tutta l'azienda in questo momento, sono impegnate ad affrontare le sfide della transizione energetica con entusiasmo, determinazione, spirito di squadra e la capacità continua di prevedere e anticipare il cambiamento".

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

LA NUOVA SARDEGNA online
Il premio “Bellisario” arriva a Ittiri
Il presidente Mattarella lo ha consegnato a un’ingegnere 26enne

ITTIRI . Ittiri sale al Colle. È stata Maria Grazia Fadda, 26 anni, laurea in ingegneria elettrica, a ricevere dalle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella “La Mela d'Oro 2018” riservato alla sezione Ingegneria Elettrica, Elettronica e Aerospaziale della trentesima edizione del Premio Marisa Bellisario. La prestigiosa onorificenza viene assegnata a tre brillanti neolaureate con il massimo dei voti che si sono distinte nella professione, nel management, nella scienza, nell'economia e nel sociale, a livello nazionale ed internazionale. Oltre 40 gli Atenei italiani coinvolti e tre le grandi aziende, Acea, Leonardo Company e Terna impegnate in un rigoroso processo di selezione che ha portato alla proclamazione di Maria Grazia Fadda che vanta un curriculum di alto profilo e una laurea con 110 e lode conseguita all'Università di Cagliari discutendo la tesi sulla “Valutazione delle prestazioni dinamiche di un sistema di monitoraggio della reti di distribuzione tramite un simulatore
digitale in tempo reale” preparata ad Aquisgrana all'E-on Energy Research Center. Poi, un tirocinio negli Usa, all'University of South Carolina. Ora Maria Graxzia lavora con Terna dove ha appena terminato uno stage svolto tramite il programma Next Energy

LA NUOVA SARDEGNA
LA NUOVA SARDEGNA

CASTEDDUONLINE.IT
Ingegneria elettronica, alla neolaureata Maria Grazia Fadda il premio Bellisario

Maria Grazia Fadda, neolaureata in Ingegneria elettrica all’Università di Cagliari, si è aggiudicata il Premio Marisa Bellisario, il riconoscimento intitolato alla nota dirigente d’azienda scomparsa nel 1988, che viene assegnato alle donne che si distinguono nella professione, nel management, nella scienza, nell’economia, nel sociale, nella cultura e nell’informazione, nello spettacolo e nello sport
Maria Grazia Fadda, neolaureata in Ingegneria elettrica all’Università di Cagliari, si è aggiudicata il Premio Marisa Bellisario, il riconoscimento intitolato alla nota dirigente d’azienda scomparsa nel 1988, che viene assegnato alle donne che si distinguono nella professione, nel management, nella scienza, nell’economia, nel sociale, nella cultura e nell’informazione, nello spettacolo e nello sport.
Un percorso universitario brillante e una tesi di laurea innovativa, discussa con Carlo Muscas (docente del dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica), sono gli ingredienti che hanno permesso alla neolaureata di ottenere la Mela d’Oro. Oltre 40 gli Atenei italiani coinvolti e tre le grandi Aziende – Leonardo Company, Terna e Acea – impegnate in un rigoroso processo di selezione che ha portato alla proclamazione di Chiara Amato, Maria Grazia Fadda e Francesca Scialandrone. Per questo, oltre al premio, la dott.ssa Fadda ha ottenuto un contratto d’assunzione da parte di Terna.
“Sono contenta che qualcuno abbia visto in me una  donna che può affermarsi – ha affermato Maria Grazia Fadda, in un’intervista per il webmagazine di Terna – e dare un contributo nella società, nella scienza, e in altri ambiti come quelli di chi ha ricevuto questo riconoscimento prima di me”.
“Le donne portano sempre un contributo di valore nelle organizzazioni – ha dichiarato Brunella Livigni, responsabile recruiting e selezione di Terna – Le donne che lavorano in Terna sono professioniste preparate e con forte motivazione e, come tutta l’azienda in questo momento, sono impegnate ad affrontare le sfide della transizione energetica con entusiasmo, determinazione, spirito di squadra e la capacità continua di prevedere e anticipare il cambiamento”.

CASTEDDUONLINE.IT
CASTEDDUONLINE.IT

VISTANET.IT
Neolaureata in Ingegneria a Cagliari riceve il prestigioso Premio Bellisario e un contratto d’assunzione
Maria Grazia Fadda, neolaureata in Ingegneria Elettrica dell'Università di Cagliari, riceve la Mela d'Oro, il prestigioso Premio Bellisario per il suo eccellente percorso universitario. Insieme al riconoscimento per lei anche un contratto di assunzione

Maria Grazia Fadda, neolaureata in Ingegneria elettrica all’Università di Cagliari, si è aggiudicata il Premio Marisa Bellisario, il riconoscimento intitolato alla nota dirigente d’azienda scomparsa nel 1988, che viene assegnato alle donne che si distinguono nella professione, nel management, nella scienza, nell’economia, nel sociale, nella cultura e nell’informazione, nello spettacolo e nello sport.
Un percorso universitario brillante e una tesi di laurea innovativa, discussa con Carlo Muscas (docente del dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica), sono gli ingredienti che hanno permesso alla neolaureata di ottenere la Mela d’Oro. Oltre 40 gli Atenei italiani coinvolti e tre le grandi Aziende – Leonardo Company, Terna e Acea – impegnate in un rigoroso processo di selezione che ha portato alla proclamazione di Chiara Amato, Maria Grazia Fadda e Francesca Scialandrone. Per questo, oltre al premio, la dott.ssa Fadda ha ottenuto un contratto d’assunzione da parte di Terna.
“Sono contenta che qualcuno abbia visto in me una  donna che può affermarsi – ha affermato Maria Grazia Fadda, in un’intervista per il webmagazine di Terna – e dare un contributo nella società, nella scienza, e in altri ambiti come quelli di chi ha ricevuto questo riconoscimento prima di me”. “Le donne portano sempre un contributo di valore nelle organizzazioni – ha dichiarato Brunella Livigni, responsabile recruiting e selezione di Terna – Le donne che lavorano in Terna sono professioniste preparate e con forte motivazione e, come tutta l’azienda in questo momento, sono impegnate ad affrontare le sfide della transizione energetica con entusiasmo, determinazione, spirito di squadra e la capacità continua di prevedere e anticipare il cambiamento”.

VISTANET.IT
VISTANET.IT

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO
Maria Grazia Fadda vince il premio Bellisario


Maria Grazia Fadda, neolaureata in Ingegneria elettrica all’Università di Cagliari, si è aggiudicata il Premio Marisa Bellisario, il riconoscimento intitolato alla nota dirigente d’azienda scomparsa nel 1988, che viene assegnato alle donne che si distinguono nella professione, nel management, nella scienza, nell’economia, nel sociale, nella cultura e nell’informazione, nello spettacolo e nello sport.
Un percorso universitario brillante e una tesi di laurea innovativa, discussa con Carlo Muscas (docente del dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica), sono gli ingredienti che hanno permesso alla neolaureata di ottenere la Mela d’Oro. Oltre 40 gli Atenei italiani coinvolti e tre le grandi Aziende – Leonardo Company, Terna e Acea – impegnate in un rigoroso processo di selezione che ha portato alla proclamazione di Chiara Amato, Maria Grazia Fadda e Francesca Scialandrone. Per questo, oltre al premio, la dott.ssa Fadda ha ottenuto un contratto d’assunzione da parte di Terna.
“Sono contenta che qualcuno abbia visto in me una  donna che può affermarsi – ha affermato Maria Grazia Fadda, in un’intervista per il webmagazine di Terna – e dare un contributo nella società, nella scienza, e in altri ambiti come quelli di chi ha ricevuto questo riconoscimento prima di me”.
“Le donne portano sempre un contributo di valore nelle organizzazioni – ha dichiarato Brunella Livigni, responsabile recruiting e selezione di Terna – Le donne che lavorano in Terna sono professioniste preparate e con forte motivazione e, come tutta l’azienda in questo momento, sono impegnate ad affrontare le sfide della transizione energetica con entusiasmo, determinazione, spirito di squadra e la capacità continua di prevedere e anticipare il cambiamento”.

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO
TRASFERIMENTO TECNOLOGICO

Last news

20 January 2022

Ricerca, tra sostenibilità, pratiche e materiali innovativi in edilizia

Domani pomeriggio, la quarta conferenza curata dai ricercatori del Dicaar inquadra le dinamiche inerenti il settore delle costruzioni. Dalla riduzione dei consumi ad approcci sistemici e multidisciplinari passando per modelli circolari ed emissioni climateranti. All’evento prendono parte specialisti ed esperti di atenei d’oltre Tirreno. I lavori si possono seguire in diretta streaming

20 January 2022

Un accordo con l’Istituto Giua

Siglata dal Rettore Francesco Mola e dalla Dirigente Romina Lai una convenzione che punta a creare un rapporto di stabile collaborazione per costituire un polo strategico in grado di potenziare l’attività didattica, di formazione, orientamento e ricerca. Si rafforza il rapporto con il mondo dell’istruzione

20 January 2022

Giustizia smart, in campo l’Università di Cagliari

Coinvolge i docenti di tre dipartimenti dell’Ateneo del capoluogo sardo uno dei sei macro-progetti ammessi al finanziamento dalla Direzione generale per il Coordinamento delle politiche di coesione del Ministero della Giustizia nell’ambito del bando per “la diffusione dell’Ufficio per il Processo e l’implementazione di modelli operativi innovativi negli uffici giudiziari per lo smaltimento dell’arretrato”. In campo Giurisprudenza, Scienze economiche e aziendali e Ingegneria elettrica ed elettronica. RASSEGNA STAMPA

Questionnaire and social

Share on: