Concluso a Pontevedra (Spagna) l’importante convegno internazionale dedicato al tema della mediazione: per UniCa è intervenuto Carlo Pilia, docente di Diritto privato alla Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche
11 June 2018
III Congreso internacional de mediaciòn y gestiòn de conflitos

di Valeria Aresu

Cagliari, 11 giugno 2018 - Si è svolto a Pontevedra, nella regione della Galizia, in Spagna, il III Congreso internacional de mediación y gestión de conflitos, organizzato dalla Conferencia Universitaria para el studio de la Mediación y el Conflicto(CUEMYC)  un importante consorzio internazionale di atenei che si occupano di mediazione e al quale aderisce anche l'Università degli studi di Cagliari, rappresentata da Carlo Pilia, docente del dipartimento di Giurisprudenza.

Oltre duecento relatori provenienti da diversi Paesi (Spagna, Italia, Portogallo, Messico, Brasile) si sono riuniti presso il Palazzo della Cultura - sotto la direzione del comitato scientifico presieduto da Francisca Fariña Rivera, dell’Università di Vigo – per confrontarsi sulle principali aree tematiche della mediazione attraverso un approccio multidisciplinare e l’analisi di tematiche importanti il conflitto, il rapporto tra l'università e la mediazione, la convivenza e la cultura della pace, la giustizia restaurativa e quella terapeutica e le nuove metodologie di costruzione del consenso.

Leticia Garcìa Villaluenga,  presidente della CUEMYC dell'Universidad Complutense di Madrid, ha sottolineato l'importanza della condivisione internazionale dei progetti di ricerca, formazione e divulgazione della cultura della mediazione tra i tanti atenei, al fine di assicurare la qualità e l'efficacia dei sistemi di risoluzione amichevole dei conflitti che si manifestano dentro e fuori dell'unione europea.

Carlo Pilia ha messo in luce l'interesse forte dell'Università di Cagliari per la mediazione, dimostrato dalla partecipazione a numerosi progetti di ricerca e dalla pubblicazione della collana editoriale tematica Quaderni di conciliazione, nonché l'esigenza che l'attenzione delle istituzioni europee si rivolga anche all'area del mediterraneo, dove da anni opera l'associazione Mediatori Mediterranei ONLUS.

In questa prospettiva, si è previsto che i prossimi congressi annuali si svolgeranno a Murcia (2019) e Cagliari (2020). Nel capoluogo sardo, infine, converranno diversi colleghi ed esperti per il prossimo Congresso Mediterraneo della mediazione, che si svolgerà dal 27 al 29 settembre di quest'anno, con particolare attenzione alle tematiche della composizione dei conflitti legati all'immigrazione e alla tutela dei minori stranieri non accompagnati.

Carlo Pilia, docente di Diritto privato
Carlo Pilia, docente di Diritto privato

Links

Last news

20 October 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 October 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionnaire and social

Share on: