Il biogas, da problema ambientale a risorsa: l’Università di Cagliari in prima fila, al fianco delle imprese sarde per sviluppare importanti opportunità. Aldo Muntoni: “Settore molto interessante, che può creare posti di lavoro e produrre energia pulita con piccoli impianti”. Le IMMAGINI dell'incontro e i due servizi andati in onda nei TG della RAI
07 April 2018
IL SERVIZIO DI MARIA SPIGONARDO ANDATO IN ONDA NEL TG DELLA RAI DELLE 14 DEL 6 APRILE 2018

Sergio Nuvoli

Cagliari, 7 aprile 2018 – L’incontro tecnico organizzato da Lega Ambiente nell'ambito del progetto Europeo Horizon 2020 ISAAC - Increasing Social Awareness and ACceptance of biogas and biomethane, ieri nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria e Architettura di via Marengo, si è trasformato in un confronto serrato tra esperti sulle prospettive future, non solo per la Sardegna.

Aldo Muntoni e Vincenzo Tiana
Aldo Muntoni e Vincenzo Tiana

Tra le ricerche del team del professor Muntoni la produzione di idrogeno mediante applicazione di sistemi bio-elettro-chimici e processi fermentativi al trattamento di residui biodegradabili e di bio-polimeri

Lo stato dell’arte è stato illustrato da Aldo Muntoni, docente di Ingegneria ambientale al Dipartimento di Ingegneria, Civile, Ambientale e Architettura: nelle sue parole, le prospettive tecniche relative alla valorizzazione di residui biodegradabili alla luce dei principi propri della economia circolare, tipici degli studi che il professore porta avanti da molti anni. Più nel dettaglio, Muntoni ha presentato anche le ricerche innovative sviluppate dal gruppo di Ingegneria ambientale nei laboratori del nostro Ateneo, con particolare riferimento alla produzione di idrogeno mediante applicazione di sistemi bio-elettro-chimici e processi fermentativi al trattamento di residui biodegradabili e di bio-polimeri sempre previa fermentazione di biomasse di scarto e successivo bio-accumulo da parte di batteri selezionati. “Si tratta di un settore molto importante – ha spiegato il professore riferendosi al tema del convegno – Può creare posti di lavoro, non soltanto in loco ma anche delocalizzati. Il risultato più interessante è la produzione di energia pulita con piccoli impianti”.

L'Aula magna di via Marengo durante il convegno
L'Aula magna di via Marengo durante il convegno

All'incontro - incentrato sulla produzione ed uso del bio-metano così come configurati dal recente via libera della Commissione europea al Decreto Ministeriale italiano sull'argomento – sono intervenuti numerosi studiosi, tecnici di amministrazioni pubbliche e liberi professionisti.

 

-------------

Ancora un'immagine del convegno
Ancora un'immagine del convegno
IL SERVIZIO DI MARIA SPIGONARDO ANDATO IN ONDA NEL TG DELLE 19.35 DEL 6 APRILE 2018

di Valeria Aresu

Cagliari, 6 aprile 2018 VSi è svolto questa mattina, nell’Aula magna di via Marengo, il convegno sulle prospettive di sviluppo del biogas e del biometano in  Sardegna. Per il nostro ateneo ha partecipato Aldo Muntoni, docente di ingegneria sanitaria e ambientale del DICAAR, il cui intervento è stato seguito da quelli di Beppe Croce, responsabile per l’agricoltura di Legambiente, e Lorenzo Maggioni, del Consorzio Italiano Biogas

L’incontro - nato in seguito alla decisione dell’ Unione Europea, il 1° marzo scorso, di dare il via libera al decreto italiano sul biometano, che fissa i nuovi incentivi per la produzione di questa fonte energetica – è stato coordinato da Vincenzo Tiana, presidente del Comitato Scientifico di Legambiente Sardegna.

Presto disponibile un resoconto dell'incontro.

La locandina dell'evento
La locandina dell'evento

Last news

03 February 2023

Addio all'architetto Giovanni Carbonara

Si è spento mercoledì primo febbraio a Roma il professor Giovanni Carbonara, maestro di restauro, capofila della cosiddetta “scuola romana”. Aveva ottant’anni. Il prossimo 31 maggio era atteso nel nostro ateneo, ospite della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio. Pubblichiamo un suo ricordo a cura delle docenti Caterina Giannattasio, Donatella Rita Fiorino e Valentina Pintus.

03 February 2023

Cure palliative e terapia del dolore: concluso il primo Master di UniCa

Il traguardo raggiunto ieri nell’aula magna di Palazzo Belgrano, con la discussione di una parte delle tesi del master di primo livello diretto dal professor Gabriele Finco. Presenti per l’occasione il rettore Francesco Mola, l’assessore regionale alla sanità Carlo Doria, l’assessora comunale alle politiche sociali, benessere e famiglia Viviana Lantini, il presidente della società italiana cure palliative Gino Gobber e, per l’Aou, la direttrice generale Chiara Seazzu e il direttore sanitario Giancarlo Angioni

31 January 2023

PREMI ERC. Le ricerche di Miriam Melis al top in Europa

NEUROSCIENZE. L’ateneo tra le università e centri scientifici di grande prestigio internazionale. Il riconoscimento di eccellenza alla professoressa del dipartimento di Scienze biomediche porta a Cagliari un finanziamento di circa 2 milioni di euro per il proseguo degli studi sulla dopamina e sulla sua importanza nei meccanismi di elaborazione degli stimoli sensoriali e nell’ambito dei disturbi inerenti apprendimento, sviluppo, comportamento e interazioni sociali. RASSEGNA STAMPA

30 January 2023

La forza del ricordo come antidoto al male

Una foltissima partecipazione lunedì 30 al convegno organizzato dall'ateneo per il Giorno della Memoria. Autorità civili, militari e religiose, tantissimi studenti a simboleggiare il passaggio del testimone per continuare a non dimenticare l'orrore dell'Olocausto. Gli interventi del rettore Francesco Mola, del direttore del quotidiano La Repubblica Maurizio Molinari, del professor Michele Camerota, del presidente della Regione Christian Solinas, dell'assessora alla pubblica istruzione del comune di Cagliari Marina Adamo. Al termine della manifestazione è stata scoperta la targa commemorativa in onore di Davide Teodoro Levi, Alberto Pincherle, Camillo Viterbo, i tre docenti di UniCa colpiti dalle leggi razziali del '38. SERVIZIO, PHOTOGALLERY E VIDEO INTERVISTE

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie