Communication

Autore dell'avviso: Ufficio stampa

10 September 2022
Complessivamente in palio diecimila euro e la pubblicazione dei progetti vincitori su riviste culturali di settore del design e dell’architettura

---

SARDEGNA DESIGN AWARD. L’iniziativa del Ceas, Centro di educazione all’ambiente e alla sostenibilità Masullas-Parte Montis, sostenuta dall’assessorato Difesa dell’ambiente, dalla Fondazione di Sardegna e dal comune di Masullas, è inserita nell’ambito di un articolato progetto, dal nome evocativo di Intrecci, per promuovere e attivare processi e percorsi di coinvolgimento dei cittadini nell'adozione e tutela dei beni comuni, affinché ogni individuo maturi un senso di responsabilità su come preservare e rispettare l’ambiente.

CONCORSO. Per il biennio 2022-2024 il premio è dedicato alla creazione dell’arredo urbano per uno spazio pubblico. Le proposte dovranno saper rispondere alle richieste di un mercato internazionale attraverso criteri di sviluppo sostenibile, la riflessione e rilettura della cultura industriale e delle lavorazioni artigianali sarde con un taglio di contemporaneità e di design. I concorrenti dovranno saper valorizzare con stile e avanguardia i luoghi urbani o extraurbani ideando arredi che oltre a riqualificare le aree, sappiano esprimere una storia sull’idea, sul processo, sui materiali usati e la cultura cui si sono ispirati, sullo spazio che occupano e nel quale devono integrarsi per poter migliorare la vita dei cittadini o delle comunità senza confini geografici. La sostenibilità è intesa come crescita sotto l’aspetto ambientale per incoraggiare un’economia sana e sotto quella antropologica per valorizzare il lavoro dell’uomo.
 

Il concorso è aperto ai professionisti del design e dell’architettura, come singoli o associati, agli studenti e agli stessi artigiani che abbiano voglia di un confronto con la tradizione manufatturiera sarda proponendo soluzioni contemporanee di design in linea con il mercato internazionale.

 
PREMI IN PALIO
. Oltre ai premi in denaro, per un montepremi complessivo di diecimila euro, la realizzazione dei migliori progetti e la pubblicazione sulle riviste culturali di settore per i primi tre classificati nella categoria professionisti e nella categoria studenti. La proclamazione dei vincitori a febbraio 2023.

GIURIA. Gli elaborati saranno valutati da esperti che si esprimeranno in base a criteri relativi a qualità del design e tema del progetto, approccio sostenibile e materiali di recupero, compatibilità del progetto con i processi di realizzazione artigianale, attenzione alla cultura del territorio.

TESTIMONIANZE UTILI. Per consentire ai partecipanti di approfondire la cultura del fare in Sardegna e cogliere le richieste del bando, è stata avviata la pubblicazione di una serie di videointerviste ad artigiani, consultabili sul sito www.sardegnadesignaward.com, di supporto alla conoscenza delle tradizioni, delle tecniche e materiali usati per la creazione dei propri manufatti. Le fasi di dialogo, di ricerca e di interviste continueranno durante i mesi del concorso portando integrazioni al sito dedicato e ampliando l’offerta documentale.

COME PARTECIPARE. Online, nel sito www.sardegnadesignaward.com, sono indicate le modalità di invio delle tavole progettuali in plico chiuso e anonimo con assegnazione numerica che dovranno giungere entro le ore 13 di mercoledì novembre. Allo scadere, una giuria di alto profilo di cui si renderanno noti i nomi solo alla consegna delle proposte, si insedierà e nel febbraio 2023 verrà dichiarato il progetto vincitore. Al primo classificato è riservato un premio in denaro di cinquemila euro per un montepremi complessivo di diecimila euro che sarà ripartito tra i progetti più meritevoli. 

LINK

 

Last notices

27 October 2022

Seminario IANG 2

Come i giovani stanno insieme? Una discussione a partire dai volumi ‘Forms of Collective Engagement in Youth Transitions: A Global Perspective’, Brill, 2021 e ‘Youth Collectivities: Cultures and Objects’, Routledge 2021, curati da V Cuzzocrea, B Schiermer, B Gook. Intervengono: Sebastiano Benasso (Università di Genova) e Carmen Leccardi (Università Milano Bicocca). Partecipano alla discussione gli autori: Massimiliano Andretta (Università di Pisa), Enzo Colombo (Università di Milano), Valentina Cuzzocrea (Università di Cagliari), Ilaria Pitti (Università di Bologna) e Paola Rebughini (Università di Milano) Coordina: Giuliana Mandich (Università di Cagliari)

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie