Communication

Autore dell'avviso: Ufficio stampa

25 January 2022
La conferenza sul futuro dell'Europa apre un nuovo spazio di discussione con i cittadini per affrontare le sfide e le priorità dell'Europa e i giovani svolgeranno un ruolo centrale nel plasmare il futuro di questo progetto.

---

È entrata nel vivo l’attività della “Conferenza sul futuro dell’Europa”, la piattaforma della comunità europea che apre a tutti a possibilità di esprimere le proprie idee sul futuro del continente. Si tratta di uno straordinario esperimento per l’esercizio della democrazia diretta - promosso dai presidenti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione europea - che per la prima volta avvia un processo di confronto attivo e diretto su vari temi e su quale Europa i cittadini europei desiderano per il loro futuro.
 

Per esprimere la propria opinione è necessario effettuare l’accesso alla piattaforma digitale della Conferenza, scegliere la voce “Condividi le tue idee” ed eseguire la registrazione alla pagina web https://futureu.europa.eu/?locale=it.


I cittadini possono scegliere un argomento tra quelli proposti e condividere la propria opinione con la Conferenza. Tutte le idee e le proposte saranno raccolte e analizzate.

La conferenza sul futuro dell'Europa è un processo botton-up, “dal basso verso l’alto”, con una serie di appuntamenti in cui tutti i cittadini delle nazioni membro possono condividere opinioni e proposte sui temi centrali per il nostro futuro. Tra le principali tematiche: istruzione, cultura, gioventù, sport, clima, ambiente, salute, economia, giustizia sociale, occupazione, sicurezza, trasformazione digitale, migrazioni. Al termine del percorso, che durerà sino alla primavera 2022, l’Europa si è impegnata a considerare tutte le raccomandazioni e le indicazioni che arriveranno come base per le future iniziative.
 

Chiunque, a prescindere dalla provenienza o dall'attività svolta, può utilizzare questo strumento per riflettere sul futuro dell'Unione europea che vorrebbe. 

Il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione europea si sono impegnati ad ascoltare la voce degli europei e a dare seguito, nell'ambito delle rispettive competenze, alle raccomandazioni ricevute. Entro la primavera del 2022 la conferenza dovrebbe giungere a conclusioni e fornire orientamenti sul futuro dell'Europa. Con questo spirito l'iniziativa offre ai cittadini europei un'occasione unica, giunta al momento opportuno, per ragionare sulle sfide e le priorità dell'Europa.

 


 

 


Chi può partecipare?

I cittadini europei di ogni contesto sociale e ogni angolo dell'Unione; i giovani, in particolare, svolgono un ruolo centrale nel plasmare il futuro del progetto europeo. Le autorità europee, nazionali, regionali e locali, nonché la società civile e altre organizzazioni che intendono organizzare eventi e fornire idee. Tutti i partecipanti devono rispettare i valori sanciti nella Carta della Conferenza.

 

Quali sono gli elementi che compongono la Conferenza?

Piattaforma digitale multilingue, dove i cittadini possono condividere idee e inviare contributi online che sono raccolti, analizzati, monitorati e pubblicati nel corso dell'intera Conferenza.
Eventi decentrati, ossia eventi virtuali, in presenza e ibridi organizzati da cittadini e organizzazioni come anche da autorità nazionali, regionali e locali di tutta Europa.
Panel europei di cittadini, nel cui ambito sono discussi vari argomenti e avanzate raccomandazioni; questi panel sono rappresentativi in termini di origine geografica, sesso, età, contesto socioeconomico e/o livello di istruzione.
Sessione plenaria della Conferenza, dove i cittadini possono condividere idee e inviare contributi online che sono raccolti, analizzati, monitorati e pubblicati nel corso dell'intera Conferenza, che garantisce che le raccomandazioni dei panel di cittadini a livello nazionale ed europeo, raggruppate per temi, siano discusse senza un esito prestabilito. 

 
Chi c'è alla guida della Conferenza?

La Conferenza è posta sotto l'egida delle tre istituzioni, rappresentate dal presidente del Parlamento europeo, dal presidente del Consiglio e dalla presidente della Commissione europea, che svolgono le funzioni di presidenza congiunta, sostenuta da un comitato esecutivo copresieduto dalle tre istituzioni dell'UE (Guy Verhofstadt, membro del Parlamento europeo, Clément Beaune, sottosegretario di Stato agli Affari europei per la presidenza francese del Consiglio, e Dubravka Šuica, vicepresidente della Commissione europea per la Democrazia e la demografia). Un segretariato comune, di dimensioni limitate e composto da funzionari che rappresentino in egual misura le tre istituzioni, coadiuva i lavori del comitato esecutivo.

 
Qual è il ruolo della piattaforma digitale?

La piattaforma digitale è il centro nevralgico della Conferenza, il tuo canale per partecipare ed esprimerti nella Conferenza. Permette di condividere le riflessioni sull'Europa e sui cambiamenti che devono avvenire, scoprire che cosa pensano gli altri, trovare eventi nelle vicinanze, organizzare un evento e seguire i progressi e i risultati della Conferenza.  

 
Vuoi dire la tua?

Basta scegliere un argomento tra tutti quelli proposti e condividere la tua opinione con la Conferenza. Le tue idee saranno raccolte, analizzate, monitorate e pubblicate sulla piattaforma per tutta la durata della Conferenza e contribuiranno ad alimentare le discussioni in atto all'interno dei panel europei di cittadini e delle sessioni plenarie. Il risultato finale della Conferenza sarà presentato in una relazione destinata alla presidenza congiunta. Le tre istituzioni esamineranno rapidamente come dare un seguito efficace a tale relazione, ciascuna nell'ambito delle proprie competenze e conformemente ai trattati.

 
Come puoi partecipare?

La Conferenza sul futuro dell'Europa ha bisogno di te
e della tua partecipazione a questa piattaforma.
Il futuro è nelle tue mani. Fai sentire la tua voce.
Vai su https://futureu.europa.eu/pages/getinvolved?locale=it

 

 

(IC)

Last notices

Questionnaire and social

Share on: