M-STO/09 Paleografia

M-STO/09 Paleografia

Il settore Paleografia raggruppa le competenze strettamente correlate tra loro che derivano dall’antica denominazione disciplinare Paleografia e Diplomatica. Esse si applicano alle testimonianze grafiche del mondo classico e medievale con particolare riferimento agli ambiti filologici e storici e all’esegesi storico giuridica dei documenti. Il settore ha una caratterizzazione scientifica e teorica riscontrabile anche nella peculiarità metodologica di ricerche che tengono conto del triplice livello degli oggetti di studio: la realtà fisica dei documenti, quella letteraria (testuale, autorale, editoriale) e quella concettuale ricorrendo a una logica propria, servendosi tra l’altro dei linguaggi e delle tecniche informatiche.

A Cagliari …  

Le ricerche paleografiche concernono principalmente lo studio e l’edizione dei documenti relativi alla Sardegna custoditi negli archivi toscani, genovesi e iberici; particolare attenzione è rivolta alla documentazione prodotta all’interno delle scrivanie dei regni giudicali sardi (secc. XI-XIII) al fine di ricostruire, attraverso lo studio dei caratteri estrinseci e intrinseci dei documenti, il funzionamento e l’organizzazione delle stesse.

Altro filone di ricerca riguarda lo studio degli incunaboli secondo un nuovo approccio metodologico, che prevede la pubblicazione di cataloghi con schede di descrizione degli

Esemplari, che registrino il maggior numero possibile di dati attinenti al loro uso e circolazione, nella convinzione che essi siano testimoni di storia della cultura anche dopo che sono usciti dalle tipografie; in particolare grande attenzione è rivolta all’individuazione e allo studio delle note manoscritte importanti ai fini della ricerca storica. Il progetto, coordinato da Marco Palma, già ordinario di Paleografia all’Università di Cassino, ha portato alla pubblicazione del volume su Siracusa (2015), del primo di quelli dedicati a Catania (2018) e di quello su Ragusa (2019).

Afferenti al SSD

Bianca Fadda

Questionnaire and social

Share on: