UniCa Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali Research Aree e settori Dettaglio Aree e settori M-FIL/05 Filosofia e teoria dei linguaggi

M-FIL/05 Filosofia e teoria dei linguaggi

M-FIL/05 Filosofia e teoria dei linguaggi

Il settore raccoglie un insieme di competenze che considerano i diversi linguaggi umani e sociali come oggetto d’indagine teorica e metodologica; riflettono sulle diverse modalità e articolazioni che l’indagine sui linguaggi può assumere; affrontano il ruolo che la dimensione semiotica e linguistico-comunicativa riveste nel contesto dell’esperienza umana, tenendo conto delle sue diverse declinazioni espressive (lingue naturali, visualità, gestualità, spazialità, oggetti, media, cibo ecc.); indagano sulle articolazioni sociali, storiche, cognitive della riflessione filosofico-semiotica sul linguaggio.

A Cagliari …

Le ricerche in filosofia dei linguaggi inquadrate nel Dipartimento di Lettere, lingue, beni culturali dell’Università di Cagliari vertono su un approccio semiotico, che attraverso un impianto culturologico mette a frutto gli apporti strutturali e interpretativi della disciplina mentre mantiene un costante dialogo con altri campi del sapere (filosofia, linguistica, antropologia, storia ecc.).

Le linee di ricerca concernono diversi progetti e campi d’investigazione:

-lo sviluppo di una teoria semiotica generale, con particolare riferimento alla traduzione come concetto chiave nei processi di generazione del significato;

-lo sviluppo di una semiotica delle formazioni culturali, con particolare attenzione alle culture nazionali e isolane;

-il rapporto fra fenomeni di globalizzazione e localizzazione, letti attraverso il concetto di glocalizzazione;

-il rapporto fra media e costruzione dell’identità, con particolare attenzione al rapporto fra populismo e comunicazione social, anche attraverso cooperazioni strutturate con l’Università Paulista di São Paulo e l’Università di Potsdam;

-lo studio della spazialità e in particolare delle città come luoghi di memoria, innovazione e trasformazione culturale;

-lo studio delle poetiche e delle estetiche della vita quotidiana, e in particolare al ruolo dell’imprevedibilità;

-lo studio della Sardegna, con particolare attenzione ai fenomeni della cultura popolare, della storia simbolica, dell’autocoscienza collettiva.

Afferenti al SSD

Franciscu Sedda

Questionnaire and social

Share on: