Giulia Isabella Grosso

Programma Glottodidattica 2020 - 2021

05 August 2020

Il corso si propone di fornire le basi per lo sviluppo della consapevolezza didattica nel campo dell’insegnamento delle lingue, affrontando i seguenti argomenti:
- la glottodidattica oggi: principi di linguistica educativa e di educazione linguistica;
- acquisizione e apprendimento di una lingua: approcci teorici all'acquisizione di L1 ed L2, fasi di sviluppo delle varietà di apprendimento;
- livelli linguistici e didattica della L1 e della L2;
- approcci, metodi e tecniche didattiche;
- tecnologie per l'educazione linguistica;
- la valutazione delle competenze;
- la formazione dell'insegnante di lingua.
 Nel corso verranno proposte attività pratiche ed esercitazioni individuali e di gruppo come ad es.analisi di manuali, concezione di materiali didattici per varie tipologie di contesti e pubblici, didattizzazione di materiali autentici. In questo modo saranno ripresi i concetti teorici introdotti nella prima parte del corso e alla luce di questi verranno proposte attività collaborative di analisi e riflessione.

Metodi didattici

Durante il corso verranno adottati vari formati didattici: per le spiegazioni e le istruzioni sulle attività da svolgere verrà utilizzata una didattica di tipo frontale. Inoltre, grazie alla possibilità di mostrare immagini, slide, pagine di libri e altri supporti grafici e audiovisivi (utilizzando anche i collegamenti in rete) sono previste anche attività di tipo interattivo con lavori a coppie e di gruppo. Da questi interventi si cercherà, con la guida del docente, di arrivare a delle conclusioni utili per l’avanzare del processo di apprendimento di tutta la classe.


Metodi di verifica

Lo studente sarà in grado di orientarsi nel panorama degli approcci e dei metodi di apprendimento e insegnamento delle lingue (L1, L2/LS); saprà riconoscere le principali caratteristiche dei materiali didattici e giudicarne l’appropriatezza rispetto alla tipologia di destinatari cui sono rivolti. Sarà in grado di confrontare in autonomia le principali caratteristiche degli approcci glottodidattici e di utilizzarli per corsi di didattica della lingua; saprà riconoscere le differenti tipologie di apprendenti e analizzare i loro bisogni di apprendimento al fine di utilizzare l’approccio più idoneo e il materiale più adatto. Sarà in grado di impostare materiali didattici adeguati e coerenti per le diversificate situazioni di apprendimento e di comunicazione interlinguistica in contesti di contatto linguistico e di mediazione. Si mostrerà consapevole dell’uso della terminologia adeguata a illustrare la materia e sarà in grado di esporre le proprie considerazioni e giudizi adeguatamente. Mostrerà di aver acquisito spirito critico nei confronti di procedure didattiche e di scelte teorico-pratiche finalizzare all’insegnamento delle lingue moderne e in particolare dell’italiano L1, L2/LS.


Colloquio orale
Lavori di gruppo (esercitazioni) -  Stesura di tesina

Testi di riferimento

P. Balboni (2018) Fare Educazione Linguistica, Utet, Torino.
GISCEL, Dieci tesi per l’educazione linguistica democratica (scaricabili dal sito www.giscel.it)
De Mauro T., (2018), L’educazione linguistica democratica, Laterza, Bari (capitolo a scelta)
Chini M., Bosisio C., (2014), Fondamenti di glottodidattica, Roma, Carocci.
Scuola di Barbiana, Lettera a una professoressa, Libreria Editrice fiorentina, Firenze. (parti a piacere).
Beacco J.C, Little D., Hedges C., L’integrazione linguistica dei migranti adulti. Guida, reperibile a questo link: https://riviste.unimi.it/index.php/promoitals/article/view/4688/4797
Ministero dell’Istruzione (2018), Una politica nazionale di contrasto del fallimento formativo e della
povertà educativa . Cabina di regia per la lotta alla dispersione scolastica e alla povertà educativa.

Materiali aggiuntivi  verranno forniti a lezione.

Chi è particolarmente interessato/a alla didattica dell’italiano L2/LS può sostituire uno dei volumi in programma con:
DIADORI P., PALERMO M., TRONCARELLI D., Insegnare l’italiano come seconda lingua, Roma, Carocci, 2015 - da definire con la docente

Questionnaire and social

Share on: