Il laboratorio consente di eseguire le analisi chimiche per la determinazione dei principali parametri di inquinamento sulle matrici ambientali.

Le analisi condotte sono sostanzialmente legate alle ricerche finanziate del personale docente e ricercatore. Si effettuano sia misure di parametri chimico-fisici basilari quali pH, umidità, temperatura, conducibilità, capacità di neutralizzazione acida, COD, BOD, Solidi, che determinazioni analitiche più sofisticate, su matrici sia liquide che solide.

A tale scopo, si procede all’estrazione di contaminanti inorganici e/o organici e quindi all’analisi chimica quali-quantitativa. Per l’estrazione dei contaminanti da matrici liquide, si adotta l’estrazione con solvente, mentre per l’estrazione solidoliquido si utilizzano l’estrazione accelerata ASE (per gli organici), l’SPE, il Soxhlet o gli ultrasuoni e la digestione a caldo con acidi (piastra o microonde, per gli inorganici).

Le analisi chimiche strumentali su matrici acquose o estratti organici utilizzano la tecnica cromatografica (cromatografia ionica, gascromatografia e HPLC), la spettrofotometria UV/VIS, l’analisi ICP-OES e l’assorbimento atomico. Sulle matrici solide si eseguono direttamente l’analisi elementare CHN, TOC, le materie volatili o le ceneri a 550 e 950 °C.

Questionnaire and social

Share on: